ARTICOLI VARI

Il primo passo per costruire un business di successo

Come costruire un business di successo

Creare un nuovo business è una sfida eccitante, che richiede il massimo impegno, scopri come iniziare leggendo l'anteprima del libro di Garrett Sutton.

Non avere un piano significa pianificare un fallimento

Quando lasciai i Marines dovevo scegliere a quale padre dare ascolto. Il mio vero padre, quello povero, voleva che tornassi a scuola e che mi trovassi un buon lavoro in una grande azienda, per “salire la lunga scala aziendale” come dipendente. Il padre del mio migliore amico, il mio padre ricco, mi consigliò di “costruire la mia scala aziendale” come imprenditore. Però mi disse anche che se volevo diventare un imprenditore, dovevo prima di tutto imparare a vendere. Entrai alla Xerox con il solo scopo di imparare a vendere. Avevo deciso che sarei diventato un imprenditore.

Quando fui pronto a fare il salto da dipendente a imprenditore, ero già diventato il miglior venditore della Xerox. Ero ancora più motivato a diventare imprenditore, perché avevo capito che non volevo passare altri trent’anni lavorando sempre più duramente per arricchire qualcun altro. Volevo lavorare sempre di meno per guadagnare sempre di più, diventando ricco e pagando meno tasse, come mi aveva insegnato il padre ricco. Quando andai a esporgli questo progetto, mi fece un’unica domanda a bruciapelo: “Sei pronto a pagare il prezzo?”

Cosa voleva dire questa domanda? Pensai. Certo che ero pronto a pagare il prezzo. Ero appena diventato il miglior venditore di un’azienda importante, come lui mi aveva detto di fare. Pensa a cosa avrei potuto realizzare vendendo prodotti creati da me, a cui ero appassionato. Ero pronto, o almeno pensavo di esserlo.

Così mi lanciai con due soci nella creazione di un’azienda di portafogli da surf in nylon e velcro. All’inizio fu un successo. Sviluppammo nuovi prodotti che in breve tempo generarono ordini per milioni di dollari. Eravamo milionari e ci sembrava di aver conquistato il mondo. Nuotavamo nei soldi e il futuro sembrava splendido. Nel 1978 eravamo al top quando andammo allo Sporting Goods Trade Show di Los Angeles. Arrivammo alla fiera pieni di fiducia ed eccitati dalle prospettive future. Tale entusiasmo fu spento da un boato. Fummo sconvolti dalla scoperta che diversi concorrenti avevano riempito il mercato con i nostri prodotti. Ero deciso a impedire che mi scippassero le idee. Solo che non ero in grado di farlo. Non avevo protetto legalmente il mio prodotto, perché avevo pensato che ottenere un brevetto costasse troppo. Il mio primo grande business era finito in meno di un anno ed eravamo indebitati fino al collo.

Avevo sognato un successo immediato. Chi ha bisogno di tempo per maturare la dovuta esperienza pratica? Chi ha bisogno di lavorare instancabilmente per mesi fino a tardi per studiare e scrivere un piano di business con un team competente di consiglieri? I sogni e la determinazione più intensa sarebbero stati la chiave del mio successo. Cominciavo a capire meglio la domanda del padre ricco: “Sei pronto a pagare il prezzo?”

Come dice il detto, “Se solo avessi saputo prima quello che so adesso”. Quando il padre ricco seppe che fine aveva fatto la mia azienda, si limitò a sorridere e disse: “Non avere un piano significa pianificare un fallimento”. Poi aggiunse: “Fallire fa parte della vittoria. Vorrà dire che hai fatto un altro passo verso il successo. Continua così”.

Il denaro segue i grandi imprenditori

Gli investitori amano i vincenti, e ciò significa che il denaro segue i grandi imprenditori. Quanto migliore è il tuo curriculum, tanto più ti sarà facile raccogliere soldi per il tuo business. D’altra parte, molti validi piani di business non attirano denaro, non a causa dell’affare che propongono, ma per via delle persone che lo controllano.

Ci sono un sacco di persone a caccia di soldi per avviare un nuovo business o lanciare un nuovo prodotto. Il problema più grande che incontrano molti di loro è che non hanno abbastanza esperienza personale o non hanno una squadra, oppure ne hanno una che non ispira fiducia. Se il team è debole o ha poca esperienza e uno scarso track record, raramente investo.

Il padre ricco mi ha insegnato che i veri imprenditori amano costruire business per la sfida che questo implica. Avviano nuove aziende perché non possono immaginare di fare qualcos’altro. Sanno che ogni business plan ha un prezzo e sono pronti a pagarlo, per quanto elevato. E hanno un track record di successo che lo dimostra.

Comincia dal piccolo e costruisci

Consiglio alla gente di cominciare con qualcosa di piccolo per poi crescere, facendo leva sui sistemi e i programmi di formazione di altre persone per accumulare esperienza, istruzione, squadre di consulenti e curriculum di successo con cui passare ai “Grandi Affari”, come quelli presenti nel nostro gioco CASHFLOW. Un buon modo per cominciare in piccolo e poi crescere è cogliere qualche opportunità di franchising, o di network marketing, perché queste esperienze forniscono ottima formazione e sistemi collaudati. Avviare un business part-time mentre hai un lavoro da dipendente può aiutarti a ridurre lo stress da “bisogno di stipendio” mentre elabori il tuo business pian.

Io investo anzitutto nelle persone!

Essendo un investitore esperto, so investire nelle persone. Cerco imprenditori intraprendenti che siano preparati al successo e “pronti a pagare il prezzo”. Hanno fatto i compiti a casa e hanno un robusto curriculum di successi. Quanto più sono forti sui fondamentali, tanti più soldi mi faranno guadagnare col minor rischio. Costruire un business può essere per molte persone la via più rischiosa. Ma se riesci a sopravvivere e continui ad affinare le tue capacità, il tuo potenziale di ricchezza è illimitato. Se eviti i rischi e giochi sul sicuro, poni un limite a ciò che potresti guadagnare, rischiando di trovarti con un lavoro privo di sbocchi.

In questo libro, l’advisor di Rich Dad Garrett Sutton offre una guida specialistica per redigere un business plan di successo unendo consigli pratici ai principi del mestiere del padre ricco. Oltre a fornire un framework per scrivere il tuo piano, Garrett ti obbliga a pensare in modo diverso e ti incoraggia a porti le domande più dure: rispondere sinceramente a queste domande potrà aumentare le tue probabilità di successo. Se ti senti pronto a realizzare i tuoi sogni, questo libro fa per te.

Ricordati che lo scopo principale di un business plan vincente è convincere gli investitori a mettersi in coda per darti dei soldi. Questo libro ti aiuterà a scrivere il piano che gli investitori VOGLIONO leggere.

Grazie.

Robert Kiyosaki

 

Un piano per vincere

“Vincere non è tutto: il segreto è voler vincere”.
Vince Lombardi

Congratulazioni! Hai preso la decisione di trasformare il tuo sogno in un business plan. E' un passo eccitante che ti rende merito. Per molte persone la paura di fallire e l’incapacità di rischiare sono più forti del desiderio di vivere i propri sogni. A loro sta bene così, anche se è limitante per la loro vita.

Ora che hai scelto di passare da un’idea a un piano, il duplice scopo di questo libro è fornire un framework per creare piani di business vincenti e, soprattutto, mettere alla prova il tuo pensiero. Esiste un formato standard a cui si attengono quasi tutti i business plan. Anziché limitarci a fornire l’ennesima riedizione del formato standard, uniremo i “come” di base a domande scomode e a intuizioni pratiche relative a ciò che gli investitori e i prestatori di buonsenso si aspettano di trovare in ogni sezione del tuo piano.

Gli imprenditori di successo raccolgono in modo naturale la sfida di realizzare i loro sogni. Creare un nuovo business è una sfida eccitante, che richiede il massimo impegno. Imparando a costruire un business di successo, le persone dotate di vero spirito imprenditoriale svilupperanno una professione che pochi riusciranno a realizzare.

Ricordati, però, che i nuovi business falliscono nove volte su dieci, pur nascendo da piani che fanno intravedere grandi opportunità. In realtà, molti di questi non falliscono a causa di piani scritti male, ma perché i loro titolari non si preparano ad affrontare il duro mondo degli affari. Quindi prima di cominciare a parlare dei “come”, è importante che tu risponda a due domande fondamentali:

1) Quanto è forte il tuo desiderio di vincere?

Questa è la prima domanda che devi porti nel momento in cui cominci a trasformare il tuo sogno in un business plan vincente. Se la tua spinta e la tua motivazione per avviare un business non sono abbastanza forti, i dettagli del tuo piano relativi al “come” non serviranno.

2) Sei mentalmente preparato a essere titolare del tuo business?

I sogni sono visioni romantiche che producono ispirazione. Quando si elabora un business plan, l’ispirazione fa i conti con la fatica. Avviare il tuo business richiederà tutto te stesso. Il tipico problema dei business plan dei novizi è la sottovalutazione del tempo, delle energie, dell’esperienza e dei soldi necessari a costruire un business di successo.

Ogni business plan ha un costo. Molte persone vogliono un business di successo, ma non sono disposte a investirci tempo. Vogliono ottenere ricchi e rapidi schemi d’azione, ma spesso avviano un business senza competenze di base. Molti decidono di farlo “a modo loro”, anziché investire in ricerca e creare una squadra di consulenti competenti.

I migliori business plan nascono da imprenditori disposti a procrastinare la gratificazione di bisogni immediati. Assumono rischi e investono il tempo e le energie necessari per maturare la giusta esperienza e formazione. Non hanno paura di fare errori o di fallire, perché gli errori e i fallimenti producono esperienza. Partono dal piccolo e costruiscono, riconoscendo che l’esperienza fa crescere le capacità. Accettando di pagare un prezzo, i veri imprenditori acquisiscono la conoscenza necessaria per sviluppare un piano vincente e un business di successo.

Molti piani sono scritti per reperire fondi con cui avviare un nuovo business o ampliarne uno già esistente. Alcuni piani sono anche pensati per far crescere business esistenti, ma questo tema della “pianificazione strategica” esula dagli scopi di questo libro, che mira invece a fornire un framework per convincere un investitore, e te stesso, che il tuo piano possiede i necessari requisiti per far parte di quel 5% di nuovi business che hanno successo. Gli investitori e gli istituti di credito di buonsenso conoscono le statistiche, e se non impari a conoscere i segreti dei piani vincenti, il tuo piano è destinato a finire nel cestino dei rifiuti.

Un business è un progetto, non un prodotto o una procedura.

I migliori piani prevedono l’imprevedibile, ma rimangono intatti e funzionali nel corso dei primi anni di sfide. Ti consentono di migliorarli quando impari di più. Il tuo progetto personale può essere la libertà finanziaria: liberarti dalla fatica quotidiana di lavorare per denaro. Ma il tuo business plan deve rispondere alle seguenti domande, calandosi nei panni di investitori e creditori:

  1. Quanti soldi posso guadagnare investendo in questo business (rischio/premio)?
  2. Quanto mi piace e quanto conosco il business in cui sto investendo?
  3. Quanto mi fido delle persone con cui sto investendo?

Bisogna anche notare che negli affari vincere dipende più dallo spirito imprenditoriale che dall’età o dal sesso. Non sei mai troppo vecchio, né troppo giovane, per diventare un imprenditore di successo. In Guida agli investimenti, Robert Kiyosaki descrive i tratti personali di un imprenditore di successo:

  1. Visione: capacità di trovare opportunità che altri non vedono
  2. Coraggio: capacità di agire in presenza di forti dubbi
  3. Creatività: capacità di pensare fuori dagli schemi
  4. Capacità di sopportare le critiche: non esiste una persona di successo che non sia stata criticata
  5. Capacità di rimandare la gratificazione: può essere molto difficile imparare a rinunciare alla gratificazione personale immediata di breve periodo, preferendo una maggiore ricompensa a lungo termine

Mentre cominci a scrivere il tuo piano, chiediti quindi se hai davvero la tenacia per fallire e ricominciare la sfida. Quasi tutti gli imprenditori di successo hanno fallito molte volte. La cosa bella del business è che non occorre avere ragione nel 51% dei casi, ti basta indovinarla una volta sola.

Data di Pubblicazione: 24 maggio 2019

Caricamento in Corso...