Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Il Ritmo Mestruale

Luna, Corpo, Amore - Anteprima del libro di Cinzia Contarini

Il tempo Lunare

Il tempo Lunare è estremamente specifico e allo stesso tempo incredibilmente vasto e misterioso. È scandito ogni settimana dai movimenti nel cielo della Luna, che instilla, nella donna, vibrazioni energetiche di diversi livelli, ognuno dei quali con ritmi fisiologici e psichici dalle mille sfumature come un vastissimo campo di fiori, colmo di colori, profumi e insetti che si librano nell’aria. Questa è la complessità quantica del femminile, che non viene colta nella visione riduttiva e meccanicistica della vita. Questo sarebbe il Tempo Specifico, ma l’energia lunare instilla dentro di noi anche vibrazioni del Tempo Vasto, un ritmo assai più lento e profondo, che non siamo state allenate a cogliere, e questo ritmo dalle onde lente e allo stesso tempo velocissime (tipo le gamma) apre strade inusuali, ma potentissime per muoversi nel mondo.

Esso corrisponde al ritmo dei desideri, intimamente collegato al piacere, al diritto di vivere nel benessere e nella gioia.

I desideri sono oltremodo connessi alla Morte, al lasciare andare, al permettere che accada, tutti aspetti dell’Invisibile perché è in quella dimensione che si costruisce la realtà che noi poi viviamo tutti i giorni.

Persefone trascorre una parte dell’anno nell’Oltretomba, che significa non solo ritirarsi dentro se stesse, ma anche e soprattutto contattare forze invisibili in superficie, affinché ci sostengano e ci nutrano. Plutone signore dell’Ade è collegato all’abbondanza, alla ricchezza. Una delle cose che hanno rimosso dalla nostra memoria è che la ricchezza è un aspetto del mondo sotterraneo, del mondo ctonio di cui la Luna è la Regina.

La Luna è madre della capacità di sentire e vivere la magia, è guida al Regno dei Morti e dell’Invisibile. Le fiabe antiche lo hanno raccontato nei millenni; purtroppo dalla fine del Settecento in poi sono state talmente rimaneggiate da perdere completamente il loro lato di potente addestramento. La Luna è la madre dolce e incalzante che attende ogni mese i nostri desideri, per trasformare la nostra vita e renderla intensamente vera e pulsante. Lei è pronta e aspetta solo che noi ci decidiamo a portare Attenzione e Proposito a questa visione della realtà, smettendola di lamentarci, di sentirci impotenti e vittime, incapaci di trasformare l’esistenza come vorremmo.

Le donne possono trasformarsi energicamente e fisicamente tutti i mesi, devono solo dare fiducia a uno scorrere del tempo diverso, e introdurre nella loro vita la pazienza attiva, che più che un’emozione è una attitudine psichica per plasmare, per dare forma, ai propri desideri e progetti, nella realtà interiore notturna. Il ritmo mestruale è la vibrazione fisiologica di questo tempo particolare e corrisponde al ritmo del possibile, un ritmo profondo e sensuale che ci aiuta a viaggiare verso le stelle, poiché desiderare significa desiderare (girare intorno alle stelle).

Viviamo in un’epoca di grande sofferenza energetica perché la parte spirituale è stata completamente dimenticata.

E la parte spirituale che ci consente di connetterci all’invisibile, cioè alle potenzialità, ai sogni, alle vibrazioni più sottili e per questo più potenti ed efficaci.

Nelle culture matrifocali, che ho studiato nel corso degli anni, erano le donne a detenere la capacità di “sentire” e di collegarsi con il mondo arcano, con le energie della Morte e dell’oscurità e del destino.

Ma tutto questo negli ultimi tre secoli è stato sempre più rimosso e allontanato dalla consapevolezza collettiva.

Chi è rimasto ligio al suo dovere, e nello scorrere dei secoli, ha continuato a cercare di portare la nostra attenzione su questi aspetti all’apparenza misteriosi, è il ciclo mestruale, che con la sua alleanza profonda e indissolubile con la Luna, cerca, costantemente, senza tregua e senza perdere la speranza, di riportare le donne nella giusta direzione, sulla strada di casa.

Una casa che non solo hanno abbandonato e dimenticato, ma di cui, cosa ancora più grave, se possibile, non hanno più nostalgia. Voglio dire che il sangue delle donne di questo tempo è stato talmente intossicato da non pulsare più ricordi e nostalgie di aspetti vitali del femminile.

Ma la luna non si arrende. Sa molto bene che i fluidi che circolano dentro il nostro organismo portano informazioni energetiche assai complesse e importanti. Se noi riportiamo la nostra Attenzione sul corpo, sull’Acqua che vi scorre e lo nutre, e sul ciclo del sangue, possiamo purificare le intossicazioni mentali, emotive e fisiche di cui siamo vittime e cambiare completamente la qualità della nostra esistenza.

Riprendere a vivere in sintonia con il ritmo mestruale, significa ridare spazio alla sapienza antica, significa permettere alle antenne del nostro DNA di modularsi con informazioni preziose, che hanno bisogno di essere attivate dai nostri comportamenti. L’attivazione o la disattivazione genetica dipendono dall’ambiente, dalle esperienze che si vivono. Sta a noi portare, nella nostra quotidianità, comportamenti ed emozioni di qualità per attivare i geni con queste informazioni preziose.

Questo ritmo ci sintonizza con il nostro mondo interiore, permettendoci di riconoscere aspetti della nostra psiche non visti, celati sotto la superficie della quotidianità, di cui non siamo abituate a prenderci cura e ascolto.

Il ritmo è un flusso armonico, che integra le parti interiori, che riporta la consapevolezza dentro al corpo, connettendo in modo sistemico il sangue con tutte le informazioni e i nutrimenti, l’acqua, la mente, la luna, la notte, i talenti, i desideri, il piacere, la realizzazione di sé.

I sottili cambiamenti che avvengono nel corpo sono un vero e proprio linguaggio che non riusciamo più a comprendere. È il linguaggio delle sensazioni corporee, esse ci parlano della nostra vita presente e delle sofferenze non risolte del passato. Sentire, ascoltare, tributare a esse attenzione e tempo, libera lo scorrere dell’energia, del soffio vitale, in cinese chiamato Qi. Più siamo in grado di muovere l’energia, più siamo padrone della nostra salute e della forza. Il sentirsi facilmente stanche, deboli è collegato al ristagnare dell’energia nel corpo, all’essere colme di emozioni represse e bloccate, che appesantiscono e imbruttiscono l’intera esistenza.

C’è una grande differenza fra guarire e curare. Vedo la guarigione come un processo attraverso cui si acquisisce completezza e si comprende il significato di quello che ci accade. Questo processo implica l’integrazione di tutte le parti che ci caratterizzano: fisica, emotiva, mentale, spirituale. La parola cinese che indica tutti questi livelli è Xin che significa cuore e mente. La cura invece ha lo scopo di eliminare o di alleviare i sintomi o la malattia, presuppone un intervento più meccanico e più superficiale poiché non si ricerca la comprensione di quello che ci accade. Di solito si affida la responsabilità della cura a un altro mentre la responsabilità della guarigione è più rivolta a se stessi. La guarigione presuppone che la nostra esistenza vada oltre l'aspetto materiale e ci aiuta a comprendere che viviamo in un contesto più ampio e che questa ampiezza influenza la nostra vita.

Qualità Del Sangue

La qualità del nostro sangue ci dà una informazione fondamentale sulla qualità della nostra vita.

Nutrimento

Quello che scegliamo ogni giorno come nutrimento ci forma e ci dà un certo tipo di energia. Certi nutrimenti sono di qualità migliore di altri che non solo non danno vitalità, ma creano tossine che ostruiscono la forza e il fluire del sangue. Quando i nutrimenti sono sbagliati, sono tossici e creano tossemia, ovvero uno stato infiammatorio che tende a cronicizzare.

NON MI DEVO GRATIFICARE facendomi del male MI DEVO NUTRIRE restituendomi la capacità di sentire i sapori naturali

Questa nuova convinzione permette di disintossicare il gusto da dipendenze di aromi chimici e simili e riportarlo in grado di sentire il sapore dei cibi non edulcorati.

Scegliere se alimentarsi con del cibo, che corrisponde alle nostre vecchie abitudini che danno gratificazione, ma zero nutrimento, o invece con un cibo più adeguato, come frutta, verdura, cereali integrali, semi e frutta secca, legumi, che nutrono realmente, muta le sostanze che si formano nel nostro corpo, e cambia le informazioni che scorrono in esso.

La vita è fatta di scelte. Siamo noi responsabili delle nostre scelte.

La parola responsabilità non piace, sembra un pesante mantello, che ci obbligano a indossare. Invece responsabilità, etimologicamente, significa essere abili, capaci nel dare risposta ai quesiti che incontriamo nel corso della vita.

La cosa più diffìcile è portare attenzione a quello che è meglio per noi scegliendo fra le mille cose che dobbiamo sempre fare. Scegliere e agire di conseguenza richiede Fiducia e Volontà. Scegliere di nutrirsi veramente porta energia di buona qualità, cioè con poche scorie, e questo aumenta la forza fisica e psichica. Fra nutrirsi bene e nutrirsi male c’è la stessa differenza che si trova fra vivere e sopravvivere, fra piacere e gratificazione, fra pazienza attiva e impazienza stizzosa, fra amore consapevole e amore bisognoso.

Quando parlo di nutrimento intendo non solo quello alimentare, ma anche quello invisibile, ovvero quello psichico, emotivo, fatto di relazioni esteriori e interiori. La qualità del nutrimento emozionale incide enormemente sulla salute, poiché le emozioni sono eventi fìsici, che hanno sempre corrispettivi corporei e che possono liberare citochine pro-infìammatorie o anti-infìammatorie, tanto per fare un esempio.

Questo testo è estratto dal libro "Luna, Corpo, Amore".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

Luna, Corpo, Amore

La trasformazione dell’energia femminile attraverso il sangue e le emozioni

-15%
Luna, Corpo, Amore

Cinzia Contarini

La realtà lunare è una realtà riflettente che mette in luce i sentimenti e i pensieri meno considerati. Si nutre di Spiritualità, che... continua