SELF-HELP E PSICOLOGIA   |   Tempo di Lettura: 10 min

In che cosa consiste l'intelligenza emotiva?

Intelligenza Emotiva riconoscere le emozioni

Leggi in anteprima un estratto dal libro di Ian Tuhovsky e scopri l’abilità di riconoscere le tue emozioni e quelle degli altri

In che cosa consiste il QE?

L’intelligenza emotiva (QE) - un termine reso popolare da Daniel Goleman - è, in poche parole, l’abilità di riconoscere le proprie emozioni e quelle degli altri.

Se analizziamo più da vicino questa definizione, notiamo che il QE non è costituito solo da COMPETENZE EMOTIVE ma anche SOCIALI.

Le prime sono:

  • L’auto-consapevolezza - la conoscenza del tuo stato d’animo.
  • Un’adeguata stima personale - la consapevolezza dei tuoi limiti, capacità e possibilità. SI tratta anche di mettere alla prova te stesso indipendentemente dal giudizio degli altri.
  • L’autoregolazione/autocontrollo - il controllo sulle tue emozioni: significa non cedere alle risposte consapevoli o agli impulsi provenienti dal mondo esterno.

Invece, parlando di competenze sociali, intendiamo:

  • Empatia - comprendere (non necessariamente percepire) le emozioni degli altri in determinate situazioni; è anche l’abilità di percepire e capire le relazioni sociali.
  • Assertività - avere ed esprimere le tue opinioni e pensieri, anche se contro la maggioranza.
  • Persuasione - l’abilità di indurre alcuni comportamenti e azioni in altre persone.
  • Leadership - l’abilità di generare idee e coinvolgere gli altri in queste idee.
  • Cooperazione - l’abilità di collaborare efficacemente con gli altri, lavorare come un team per perseguire obiettivi comuni.

I tre pilastri dell'Intelligenza Emotiva

La padronanza in quest’area ti darà una grande saggezza emotiva - conoscerai te stesso sotto aspetti che non pensavi nemmeno potessero esistere. Questo è il segreto sia per costruire delle relazioni con altre persone che per guidarle verso il conseguimento di grandi obiettivi.

Le emozioni sono parte integrante delle nostre vite; senza di loro, siamo incapaci di operare nella società, ammesso che ciò avvenga. Anche se non ne sei consapevole e ti senti “neutrale”, la maggior parte delle volte ti trovi in un qualche tipo di STATO EMOTIVO. C’è la possibilità che, in questo momento, provi un sentimento di curiosità riguardo ciò che leggerai più avanti. Oppure potresti essere irritato perché il tuo fastidioso vicino sta falciando il prato per la quinta volta questa settimana e il suo cane lo accompagna abbaiando tutto il tempo.

All’inizio di questo libro hai già letto la distinzione popolare tra cervello logico e cervello emotivo. Anche se, in effetti, non c’è niente come il pensiero chiaro e razionale.

Molto tempo fa, un uomo riportò gravi lesioni alle aree del cervello responsabili delle emozioni e venne provato che egli non era in grado di affrontare la vita. Con le emozioni fuori uso, infatti, gli esseri umani non riescono a prendere nemmeno la decisione più semplice, come scegliere cosa mangiare per colazione o che scarpe indossare.

Sfortunatamente, la scuola non ci insegna come riconoscere e controllare le nostre emozioni. Ecco perché così tante persone sul nostro pianeta sono ai due estremi opposti. Le loro emozioni sono così forti che la loro intera vita è subordinata a ciò che provano. E, non solo questa incapacità di affrontare la sofferenza, il malumore, la rabbia e altri sentimenti spiacevoli le tiene lontane dal successo ma elimina anche tutto il divertimento dalla loro ordinaria esistenza.

Ecco perché è importante investire il tuo tempo e le tue energie nell’allenamento dell’Intelligenza Emotiva.

Una decina di anni fa, non avevo idea di come gestire le emozioni negative della mia vita. Grazie a un lavoro costante, nel modo in cui vi mostrerò poi in questo libro, ho cambiato la mia vita. Ora sono io che controllo le mie emozioni, non il contrario.

C’è una cosa che devi ricordare: puoi controllare le tue emozioni.

Ancora una volta, si tratta di una competenza, come qualunque altra. Calma le sensazioni spiacevoli quando necessario e rafforza quelle positive quando vuoi. In ogni momento della tua vita potrai sentirti esattamente come vuoi sentirti. Questo processo ti guiderà direttamente alla vita cosciente, in cui la possibilità di creare relazioni durature e affrontare nuove sfide sarà accompagnata dall’entusiasmo e dal divertimento invece che dalla paura e dallo stress.

Naturalmente, tutte queste cose riguardano sia le emozioni positive che quelle negative. In più, insieme all’abilità di controllare queste emozioni sgradevoli, imparerai anche come generare potenti stati d’animo, come la motivazione, il divertimento e la fiducia in te stesso. Ecco qui i tre pilastri di cui hai bisogno per ottenere un aumento della tua intelligenza emotiva:

I. Sii consapevole delle emozioni che provi

Questo punto rappresenta le basi per qualunque tipo di lavoro con le emozioni. Molte persone non si rendono nemmeno conto delle emozioni che provengono dal loro corpo. Altre, d’altra parte, sono consapevoli dei loro sentimenti, ma questa consapevolezza si presenta molto tempo dopo la comparsa di una certa emozione. La situazione ideale consiste nell’avere un intervallo di tempo il più breve possibile tra la comparsa di un’emozione e il pensiero (“Oh! MI sento arrabbiato ora! Sì, è rabbia!”). Non puoi cambiare chi sei finché non sei consapevole di cosa necessita di essere cambiato. L’intelligenza emotiva riguarda principalmente la consapevolezza; la bellezza del QE è che, quando porti qualcosa alla tua attenzione e ti eserciti con diverse soluzioni, puoi davvero cambiare il tuo cervello. Probabilmente hai già riflettuto su diversi settori in cui l’abilità di dare un nome e identificare le emozioni ha un ENORME impatto sulla vita. Non c’è niente di strano, le emozioni hanno un immenso potere su di noi dal giorno della nostra nascita.

Quando la consapevolezza di ciascuna emozione comincerà a emergere potrai accedere a un “livello più alto”, dissociandoti in parte dall’emozione stessa. Allena questa consapevolezza, osserva il tuo corpo e diventa consapevole di ogni emozione che si presenta al suo interno. Comunque ne parlerò ancora in questo libro.

II. Conosci le tue emozioni

Questo è il più importante dei tre pilastri dell’intelligenza emotiva. Conoscere le tue emozioni significa ottenere delle risposte alle seguenti quattro domande.

1. Da dove provengono? Cosa succede nella tua testa nel momento antecedente la comparsa dell’emozione? Quali pensieri scatenano questo sentimento?

Quando sei sul punto di riconoscere le tue emozioni considera cosa ha provocato la loro nascita. Quale idea o pensiero è apparso per un momento nella tua mente prima della loro comparsa? Se non ricordi nessun particolare pensiero, chiedi a te stesso: “Perché mi sento così?”. Una volta scoperta la ragione, avrai raccolto un’importante informazione: la consapevolezza di quale tipo di pensiero innesca un determinato stato d’animo nel tuo corpo.

2. Dove e quando si manifestano? Ogni emozione ha il suo posto nel tuo corpo.

È interessante notare che ogni persona prova le stesse emozioni ma in modi diversi. Durante il coaching o l’allenamento individuale, spesso ho avuto l’opportunità di osservare che una persona percepiva lo stress come una sostanza simile alla sabbia che le impastava la gola mentre un’altra lo considerava un acido corrosivo nelle sue cosce e polpacci.

Quando un’emozione si manifesta, chiudi gli occhi e prova a riconoscere il luogo esatto nel tuo corpo in cui è localizzata e dove ha inizio. Scopri come nasce l’emozione. Come un’esplosione improvvisa o un parto lento?

3. Che direzione prendono queste emozioni e qual è la loro intensità?

Sempre con gli occhi chiusi esamina come si sviluppa una data emozione nel tuo corpo. Quale direzione prende? Come lo fa? Per renderlo più facile prova a immaginare la sua forma, colore, grandezza esatta, temperatura, ecc. Mediante questo esercizio sarai in grado di esaminare meglio la struttura delle tue emozioni e potrai osservare come vivono e operano nel tuo corpo.

Inoltre, valuta se si tratta di un’emozione forte oppure di una debole.

4. Come e dove terminano? Quanto durano?

Pensa al momento in cui queste emozioni scompaiono. Qual è il motivo per cui sono evaporate? È passato abbastanza tempo o è il risultato di un particolare pensiero? Come termina un’emozione - torna alla sua forma iniziale oppure sparisce in un attimo? Quanto tempo dura questa emozione - cinque minuti o magari poche ore?

Non appena avrai ottenuto tutte le risposte a queste domande avrai raccolto una preziosa collezione di informazioni su quella specifica emozione. Queste Informazioni ti permetteranno di fare un enorme passo avanti - probabilmente non hai mai avuto cosi tanti dati su una specifica emozione fino ad ora. Grazie ad esse guadagnerai l’abilità di controllarla perché saprai da dove viene, come si sviluppa e quando prende il sopravvento.

Quando ho cominciato a usare questo tipo di approccio sono rimasto sorpreso dall’accurata comprensione delle mie emozioni. Non ero consapevole, per esempio, del fatto che le sensazioni di gioia nel mio corpo nascessero al centro dell’addome e poi si diffondessero verso l’alto.

Rispondi a queste domande riguardanti le emozioni che provi. Dopo un po’ di tempo non sarà più necessario cercare intenzionalmente di capirle e pensarci attivamente. Percepirai in modo naturale ogni singola emozione che comparirà nel tuo corpo e, immediatamente, saprai tutto di essa. Questo è ciò che chiamo intelligenza emotiva, che provocherà molti cambiamenti postivi nel tuo mondo emotivo e fisico.

III. Controlla le tue emozioni

La padronanza del secondo punto ti permetterà di avere un controllo di base delle tue emozioni. Il terzo punto, invece, consiste nel portare il controllo a un livello successivo.

Qui, però, è richiesto un allenamento più impegnativo - la pratica costante di alcuni esercizi che, dopo un po’ di tempo, porteranno dei risultati sotto forma di un pieno controllo delle tue emozioni. Ancora una volta, se leggerai questo libro senza fare niente sarà semplicemente un altro soprammobile polveroso sulla tua libreria o un altro file sul tuo Kindle o tablet. Se vuoi cambiare te stesso, devi fare PRATICA. Nessuno cambierà te stesso per te!

Il modo migliore per controllare le tue emozioni è controllare efficacemente i tuoi pensieri. In questo libro troverai alcuni esercizi efficaci che ti aiuteranno a mantenere il controllo e ad acquisire una migliore CONSAPEVOLEZZA di te stesso - le tue emozioni, azioni e idee. Diventerai anche un ottimo comunicatore.

In più, ci sono molti strumenti per modificare le emozioni nell’imponente arsenale della Programmazione Neuro-Linguistica (PNL). Tra gli altri, ce n’è uno legato alle submodalità che potrai approfondire in questo libro.

Adotta regolarmente questi strumenti e avrai la completa padronanza delle tue emozioni. Richiede molto lavoro ma i risultati saranno incredibili.

È tutto ciò che devi sapere riguardo le basi dell’intelligenza emotiva. Naturalmente, questo argomento è molto più profondo e include molte aree differenti, come gli aspetti che danno vita a un forte stato d’animo in te stesso e negli altri, la conquista di un livello più profondo di empatia o l’abilità di creare messaggi contenenti un’intera serie di emozioni.

All’inizio devi focalizzarti sui primi due fondamentali pilastri dell’intelligenza emotiva. La loro padronanza ti darà risultati straordinari praticamente in tutte le aree della tua vita. Quando ti sarai abituato potrai proseguire e iniziare a lavorare sul terzo pilastro per portare le tue abilità a un livello superiore, di cui leggerai adesso.

Data di Pubblicazione: 2 luglio 2018

Caricamento in Corso...