ARTICOLI VARI   |   Tempo di Lettura: 6 min

In Libreria con Barbara - 3 domande a Franco Berrino e Daniel Lumera

Barbara ha intervistato Franco Berrino e Daniel Lumera, autori del libro "La Via della Leggerezza".

Leggi l'intervista di Barbara a Franco Berrino e Daniel Lumera, autori del libro "La Via della Leggerezza".

"La Via della Leggerezza" di Franco Berrino e Daniel Lumera

Un libro, scritto in tandem da 2 autentici ricercatori e specialisti del benessere, che ben spiega come pensare di perdere il grasso in eccesso, puntando solo sulla famosa "dieta dimagrante", sia in realtà solo una battaglia persa.

Infatti c'è un legame indissolubile fra il sovrappeso e il nostro modo di pensare, sentire e vivere la vita.

Per sbloccare la situazione sarà quindi necessario un percorso di ricerca in sé stessi e del proprio mondo interiore per imparare ad assaporare con presenza e consapevolezza non solo il cibo ma anche le relazioni e l'esistenza tutta.

3 domande agli autori:

Barbara
Dal libro emerge che il contatto con la natura aiuta non solo la salute ( in modo automatico) ma anche il benessere spirituale. Ma questo miglioramento di coscienza avviene sempre o bisogna cercarlo?

Dottor Berrino
Purtroppo sempre più spesso ci si trova davanti ad una natura contaminata, trattata, non più spontanea come era in passato, tuttavia se si riesce a fare una passeggiata in un vero bosco anche le persone più chiuse o insensibili verso la natura non potranno fare a meno di avvertire "qualcosa" di spirituale quasi "magico". È il bosco un vero grande maestro che di sicuro non potrà lasciare indifferenti in un percorso di evoluzione più o meno cercato.

Daniel Lumera
Il contatto con la natura crea miglioramento e rivitalizzazione nelle persone abituate a vivere in un ambiente totalmente tossico come le città, inquinate sotto tutti i punti di vista, che si cibano con alimenti alterati, pieni di zuccheri. In casi del genere l’ambiente naturale, che esprime bellezza e armonia, incide anche sullo stato di coscienza perché purifica la mente e l’energia vitale. Immerso in una natura incontaminata, l’essere umano non abituato a quel contesto puro può avere un risveglio favorito dall’ispirazione, dal silenzio, dalla pace, dalla riflessione e dalla disintossicazione fisica, vitale, emozionale e spirituale. Tuttavia, per fare realmente un salto di consapevolezza è necessario sapersi relazionare correttamente con gli ambienti naturali: saperli leggere, saperci meditare dentro, saperli abitare, saper utilizzare gli alberi, l’acqua per purificarsi, per respirare. Quindi sì, è necessario anche una presenza consapevole e una ferma e profonda intenzione di purificazione e di consapevolezza; uno stato di presenza e di attenzione in cui possiamo aprirci alla vita: aprirci non solo alla bellezza di quei luoghi ma anche alla meraviglia nella sua contemplazione. Contemplare vuol dire osservare senza definizione, attraverso il silenzio, senza giudizio. Possiamo sperimentare stati meditativi profondi e risvegliarci in una dimensione completamente nuova.

Barbara
Il punto debole delle diete legate solo all'alimentazione è che nella maggior parte dei casi una volta perso il peso è facile che si riacquisti con gli interessi. Imparando ad alleggerire il modo di pensare e il proprio approccio all'esistenza è poi possibile tornare nella pensantezza e nell'indebolimento della consapevolezza o il processo è irreversibile?

Dottor Berrino
Certamente il fatto che la maggior parte delle persone che ci circondano non hanno percorso la via della consapevolezza può influenzarci e fare sì che si torni indietro rispetto ai risultati raggiunti, tuttavia LA TRACCIA RIMANE, così come un consolidamento della volontà e ritornare a sapere ascoltare la nostra anima sarà sempre più facile.

Daniel Lumera
La dieta che proponiamo è sostanzialmente un cambio di stile di vita in 7 livelli diversi. Il primo livello riguarda il corpo fisico e quindi l’alimentazione. Deve esserci un cambio consapevole dello stile di vita alimentare. Il secondo livello riguarda l’energia vitale. Ogni giorno, come puliamo il corpo fisico, è importante purificare, rivitalizzare le nostre risorse energetiche. In questo tipo di approccio è importante la costanza (creare abitudini quotidiane salutari), praticare degli esercizi per rivitalizzare, potenziare ed energizzare la forza vitale. Poi è necessario agire sul livello emozionale: bisogna regolare la propria dieta emozionale, la qualità delle proprie emozioni e passare da una dieta basata sulla paura, colpa, apatia, ansia, noia, rancore, risentimento, rabbia ad una dieta basata su empatia, speranza, gioia, gratitudine, felicità, amore. Anche in questo caso ci sono degli integratori alimentari della dieta emozionale molto importanti come il perdono e una serie di tecniche emozionali che servono a bilanciare il nostro livello emozionale. Segue poi il livello mentale: anche in questo caso, bisogna purificare dagli alimenti tossici come i pensieri che creano sofferenza ma anche idee, impressioni che creano disarmonie. In questo caso utilizziamo la meditazione. Per quanto riguarda il quinto livello, quello causale, bisogna alleggerire il proprio passato, liberarsi dalle ferite emozionali, dai traumi, dai pesi che ci portiamo che riguardano tutto l’ego storico. Poi c’è il livello spirituale nel quale è necessario aumentare la consapevolezza di se stessi e del significato e del proposito della propria vita; una spiritualità intesa in senso laico e universale collegata ai valori e al senso dell’esistenza. In ultimo il livello coscienziale che riguarda la sfera della consapevolezza pura, del saper essere. Anche in questo caso diamo delle metodiche specifiche. Non si tratta di acquisire per un periodo una determinata forma fisica, energetica, emozionale, mentale, ecc. e poi perderla nel tempo perché si ritorna alle vecchie abitudini, ma di introdurre delle sane abitudini quotidiane che servono per cambiare il proprio stile di vita. Non si tratta di fare una dieta periodica ma di cambiare stile di vita introducendo delle abitudini consapevoli e sane. Il processo è irreversibile nella misura in cui noi riusciamo ad essere perseveranti e costanti nella pratiche di queste sane e consapevoli abitudini nel nostro stile di vita.

Barbara
Pensa sia possibile far capire e mettere in pratica quanto scritto nel libro da ogni paziente in sovrappeso?

Dottor Berrino
Certamente. Ho pazienti con ogni tipo di problematica e quando decidono di aprirsi con fiducia a questo nuovo approccio a 360 gradi (non solo alimentare quindi) i risultati diventano subito evidenti ed incoraggianti per tutti.

Daniel Lumera
Io credo che sia possibile perché le tecniche che ci sono nel libro sono accessibili a tutti, veramente a tutti. Quello che bisogna comprendere è che la persona deve decidere realmente di farlo. Quando c’è la decisione di essere disponibili, quando la persona offre disponibilità e ha una motivazione di base legata al fatto che veramente vuole star bene, vuole avere una qualità della vita superiore, di benessere superiore allora l’approccio è molto semplice e di facile applicazione.

 

Questo libro ti piacerà se:

Hai provato molte diete con scarso successo e senti che il tuo approccio all'alimentazione, come alla tua vita, ha bisogno di più gioia, leggerezza e consapevolezza.

Buona lettura Amici! ;)

Barbara

Data di Pubblicazione: 21 giugno 2019

Caricamento in Corso...