ARTICOLI VARI   |   Tempo di Lettura: 4 min

In Libreria con Barbara - 3 domande a Spencer Johnson

Leggi l'intervista di Barbara a Spencer Johnson, autore del libro "Chi ha Spostato il mio Formaggio".

Leggi l'intervista di Barbara a Spencer Johnson, autore del libro "Chi ha Spostato il mio Formaggio".

"Chi ha Spostato il mio Formaggio - Il Seguito" di Spencer Johnson

Il libro è il seguito del bestseller mondiale "Chi ha Spostato il mio formaggio", libro più venduto su internet di sempre.

In queste pagine scopriamo cosa è successo allo gnomo Tentenna dopo che, al contrario del suo amico Trottolino, si era chiuso al cambiamento e rifiutato di cercare un alternativa alla solita routine che, fra l'altro, non dava più risultati e soddisfazione.

Riuscire ad uscire dalla prigione delle vecchie convinzioni e imparare a rinunciare a quello che non funziona è quanto imparerà finalmente anche Tentenna per poter iniziare anche lui a godersi la vita.

Poiché, purtroppo, l'autore è venuto a mancare nel 2017, ma teneva moltissimo ad una condivisione del suo importante messaggio, alle domande risponde il preparatore del manoscritto alla stampa. 

3 domande a John David Mann:

Barbara 
Da quando Tentenna decide finalmente di cambiare le sue convinzioni ed accettare il cambiamento inizia a trovare la strada per uscire dal labirinto e  finalmente tornare a mangiare formaggio e altre cose buone.

Accettare il cambiamento, oltre a non perdere più energie a pensare al passato, porta sempre vantaggi?

John David Mann 
Non necessariamente. Accettare il cambiamento è un inizio e porta l'opportunità o la possibilità di vantaggi.

Ma per ottenere davvero un vantaggio, per andare davvero avanti, il passo successivo, oltre l'accettazione della mutevolezza delle circostanze, è cambiare le proprie convinzioni.

Questo è davvero ciò di cui parla questo sequel - non semplicemente accettare il mutare delle circostanze, che potrebbe essere semplicemente una questione di rassegnazione ("Oh beh, immagino che sia così ..."), ma riesaminare in modo propositivo le nostre convinzioni su ciò che significa cambiare e come è possibile guardare avanti.

Accettare il cambiamento, sebbene sia una buona cosa, può essere un atteggiamento passivo, mentre è un atteggiamento attivo il coraggio e la flessibilità di indagare e cambiare le proprie convinzioni.

Barbara 
Ci sono persone che sembrano proprio non riuscire a staccarsi dal passato, sia esso felice o anche infelice (!!).

Perché succede?

John David Mann 
Suppongo che ci siano dozzine di possibili risposte! Per me, però, si ridurrebbe a due cose: un'emozione irrisolta o non esaminata; o una visione del mondo non approfondita.

A volte le persone si aggrappano al passato per paura (del cambiamento, del futuro, dell'ignoto, ecc.). Oppure, per risentimento irrisolto.

L'unica soluzione per questa situazione  è la luce del sole (un esame chiaro) e il perdono. A volte le persone si aggrappano al passato perché ci si sente a proprio agio e al sicuro; questo può accadere anche con un passato doloroso o spiacevole.

E a volte le persone si aggrappano al passato a causa della loro visione del mondo - ad esempio, la visione del mondo "Tutto sta peggiorando" o "I miei giorni migliori sono alle mie spalle" o "La mia vita  sta andando alla rovina".

In altre parole, una visione del mondo che supporta un senso di disperazione.

Soluzione? Cambia la tua visione del mondo!

Dopo tutto, la propria visione del mondo (gestalt, weltanschauung) non è altro che un insieme di credenze.

E una convinzione è semplicemente un'idea che decidi sia vera.

Barbara 
Nel libro leggiamo: "Se vi mettete nelle condizioni di crederci, un intero mondo di nuove possibilità vi spalancherà le porte". All'inizio non è facile.

È il pensiero che va da sé... cosa possiamo fare per esercitarci ad accettare meglio il nuovo e lasciare andare un tempo felice e spensierato ma irrimediabilmente terminato?

John David Mann 
Penso che la risposta fondamentale a questo sia trovare uno scopo.

Qui negli Stati Uniti, in questo momento, stiamo avendo una stagione per le elezioni presidenziali; uno dei candidati è un uomo di nome Joe Biden.

Biden ha perso la moglie e la figlia in un incidente stradale mortale molti decenni fa, poi si è risposato, ha cresciuto una famiglia e ha perso uno dei suoi figli adulti a causa del cancro.

Tragedia inimmaginabile! Alla domanda su come sia riuscito a superare queste circostanze incredibilmente dolorose, la sua risposta è sempre: scopo.

Devi trovare uno scopo. Penso che questo sia il magnete essenziale che distoglie la nostra attenzione da un passato irrimediabilmente finito e verso un futuro non ancora creato!

Alcuni direbbero che questo richiede passione. E credo che sia vero; ma sotto la passione c'è lo scopo.

La passione può essere il fuoco, ma lo scopo è il carburante. Senza un ceppo da bruciare, il camino rimane freddo!

Questo libro ti piacerà se...

Hai difficoltà a lasciare andare il passato precludendoti in tal modo tutto quanto di bello possa offrirti il presente e il futuro.

Buona lettura Amici! ;)

Barbara

Data di Pubblicazione: 11 settembre 2020

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...