ARTICOLI VARI   |   Tempo di Lettura: 4 min

In Libreria con Barbara - 3 domande a Neil Fiore

Barbara ha intervistato Neil Fiore, autore del libro "Ora!"

Leggi l'intervista di Barbara a Neil Fiore, autore del libro "Ora! Non Rimandare... Fare!".

"Ora! Non Rimandare... Fare!" di Neil Fiore

L'autore del testo, considerato uno dei massimi esperti nello studio della procrastinazione e delle strategie per contrastarla, pagina dopo pagina spiega, in modo estremamente semplice e chiaro, il "Metodo Ora!": come sia subito possibile attivarsi in tutti quegli impegni che si tende istintivamente a rimandare ma che in modo subdolo e inconscio tolgono energia e buonumore.

Attraverso i molteplici esempi presentati si ha l'impressione di ascoltare le parole affettuose di un buon amico e non le precise strategie colme di saggezza e praticità di un preparato consulente universitario qual è in effetti l'autore.

3 domande all'autore

Barbara
A volte si tende a rimandare un compito perché è veramente faticoso farlo. Quale può essere la molla immediata che aiuta a mettersi in moto nonostante la reale prospettiva che ci attende?

Dott. Neil Fiore
Attività noiose e pesanti possono essere avviate più facilmente quando si interrompono pensieri e parole del tipo: "Devo finire, lo devo completare, realizzare, fare" e sostituirle con "Quando posso iniziare dedicandogli dai 5 a 15 minuti?".

Questo funziona anche per progetti molto grandi, tipo quei progetti che potrebbero richiedere 1.000 ore (ad esempio scrivere un libro).

Consiglio di inserire un cronometro ogni volta che si inizia l'attività e interromperlo quando la si ferma. Anche dalle 2 alle 4 volte al giorno. Registrare quindi il totale per il giorno e la settimana.

Ho scritto 6 libri in questo modo con una media di 18 ore settimanali (nota: non 100, 60 o 40 ore) e circa 1.200 ore all'anno.

Barbara
Si dice che il nostro inconscio conosce molte più cose di quello che pensiamo al livello razionale. Può accadere che inconsciamente non vogliamo fare qualcosa e lo quindi rimandiamo perché sappiamo essere controproducente per noi o inutile?

Dott. Neil Fiore
Il "Non voglio farlo" non arriva dall'inconscio ma dalla corteccia prefrontale superiore, situata nella fronte. Il "Non voglio" è provocato da un sottostante: "Devi completare questo compito grande e noioso, farlo alla perfezione e non divertirti nella tua vita".

Prova a sostituirlo con: "Ho scelto di iniziare con un piccolo passo di 15 minuti, su una bozza approssimativa, e ho un sacco di tempo da dedicare al divertimento senza sensi di colpa nel mio programma".

Lasciamo cadere la visione freudiana dell'inconscio e consideriamo l'inconscio come l'ascolto di come parliamo con noi stessi: "Devo farlo per qualcun altro ma non voglio" a cui l'inconscio potrebbe rispondere: "Bene, facciamo qualcosa di divertente. Rallenterò la tua energia e ti porterò pensieri di distrazioni" (!!).

Il tuo cervello sta ascoltando e seguendo i tuoi ordini. Stop all'ambivalenza; il cervello umano fa delle scelte per seguire la sua Missione superiore: non si è più un bambino, è necessario ascoltarla.

Barbara
Una persona che tende da sempre a procrastinare i suoi impegni, dopo una lettura attenta e consapevole del libro "Ora!", potrà da subito cambiare il suo modo di affrontare la vita?

Dott. Neil Fiore
Coloro che applicano le tecniche e le praticano possono apportare enormi cambiamenti nella loro produttività e nella loro vita.

Potrebbero essere necessarie pratiche quotidiane e settimanali per migliorare il dialogo personale sulla Leadership, ma in poche settimane la maggior parte vede grandi miglioramenti.

Nota: se si ritorna al vecchio dialogo personale (ad es. “Devo finire tutto questo lavoro.”) è necessario tornare rapidamente a sostituire il “devo” con la Scelta di seguire la propria Missione superiore: “Sto scegliendo di iniziare per 15 minuti (riuscendo in tal modo ad allontanare la paura e passando da un blocco ad uno slancio) per aiutare il mio Sé futuro”.

Questo libro ti piacerà se...

Arrivi a fine giornata stanco/a e senza energie e con la brutta sensazione di non portare a termine proprio ciò che ha davvero importanza.

Buona lettura Amici! ;)

Barbara

Data di Pubblicazione: 5 giugno 2020

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...