Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Olio di Argan per la cura del corpo... dentro e fuori!

L’olio di Argan è uno degli oli cosmetici più conosciuti: adatto per nutrire in profondità pelle, unghie e capelli. I suoi benefici sono simili a quelli dell’olio di cocco, con la particolarità e/o differenza che “non unge”.

L’olio di Argan per la pelle

L’olio di Argan, originario del Marocco, è chiamato anche "oro liquido" o "oro del deserto"; è ricco di sostanze antiossidanti, nutrienti, lenitive, antiinfiammatorie e riparatrici. A differenza di altri oli, non unge ed è di facile assorbimento.

Grazie alla sua composizione, l’olio di Argan idrata la pelle e stimola il ricambio cellulare; questo grazie ai grassi insaturi (omega-3, omega-6), che creano un film lipidico sull’epidermide: agiscono come una barriera per impedire l’evaporazione dell’acqua transepidermica e proteggono la pelle dalle conseguenze degli agenti esterni, come la disidratazione data dal sole, dal freddo e dal vento, ma anche dallo smog e dall’inquinamento. 

Gli stessi grassi insaturi, per le proprietà antimicrobiche, favoriscono il processo di guarigione e cicatrizzazione da bruciature, e da acne giovanile.

Le analisi chimiche, effettuate sull’olio di Argan, puro e biologico al 100%, dimostrano come questi acidi grassi compongano l’olio per il 99%, mentre il restante è formato da altre sostanze quali: tocoferoli (vitamina E), flavonoidi e carotenoidi (antiossidanti), xantofille (appartenenti alla famiglia dei carotenoidi); grazia alla loro presenza, l’olio di Argan è in grado di sviluppare effetti anti-age, combattendo le rughe e riducendo i processi ossidativi.

Le proprietà idratanti convogliano i loro benefici anche sulla prevenzione delle smagliature (in gravidanza, viene miscelato all’olio di mandorla per donare elasticità ai tessuti epidermici), e sul rafforzamento delle fibre dei capelli.

L’olio di Argan mantiene unghie ben forti ed è un valido supporto ai massaggi rilassanti.

 

L’olio di Argan per i capelli

L’olio di Argan, grazie all’azione districante, è perfetto sui capelli ricci e fitti, ma è un valido aiuto anche per rivitalizzare i capelli crespi e per qualunque tipo di capigliatura stressata da getti continui di calore, di phon e di piastre per capelli. 

Massaggiare il cuoio capelluto con l’olio di Argan significa rinvigorire il capello dalla radice alla punta, con un massaggio lento ma continuo, offrendo un momento di idratazione e cura profonda al capello, prima di sottoporlo alla consueta acconciatura. 

Il consiglio è quello di non applicare l’olio di Argan direttamente sui capelli, ma versarne poche gocce alla volta sul palmo della mano, e poi distribuirlo sulla capigliatura.

 

Massaggi rilassanti con l’Olio di Argan

L’olio di Argan è perfetto per restituire un piacere psicofisico al corpo; se riscaldato, dona un benessere energizzante e rinvigorente; la schiena e le spalle sono i punti che, primi fra tutti, risentono dell’appagamento offerto dall’olio.

Anche le gambe e i piedi beneficiano delle proprietà dell’olio di Argan. Nel caso di contratture muscolari e crampi, quest’olio aiuta a distendere i muscoli e a rilassarli; anche la riflessologia plantare, terapia olistica che ha lo scopo di riequilibrare l’intero organismo, attraverso il massaggio dei piedi, sfrutta le sue proprietà.

 

Da dove proviene l’olio di Argan

All’inizio dell’articolo, abbiamo definito l’olio di Argan come l’oro del deserto; questo soprannome deriva dall’origine geografica della pianta da cui si estrae: l’Argania Spinosa, che si trova unicamente tra Marocco, Algeria e la regione del Tindouf. E’ una pianta imponente, che può raggiungere 10 metri di altezza e vivere anche 200 anni; necessita di una piena esposizione al sole, anche se ben sopporta temperature basse (cresce tra i 3° e i 30° gradi). Il terreno prediletto è sabbioso e povero, mentre un suolo troppo umido potrebbe danneggiarla irreversibilmente.

La pianta di Argan (o albero della vita) è uno degli alberi più vecchi della terra, sembra essere comparsa 80 milioni di anni fa. Vista la sua rarità, perché riesce a crescere solo in un determinato territorio, e la sua longevità, l’Argania Spinosa è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Tradizionalmente sono le donne Berbere (i Berberi sono un’antica popolazione del NordAfrica), che raccolgono a mano i frutti, quando sono oramai secchi e cadono dagli alberi: dai semi interni del frutto si estrae l’olio.

Sembra qualcosa di molto intuitivo e facile, in realtà il processo di produzione è molto lungo ed articolato

Si tratta di vari passaggi di pressatura ed essicazione: tre giorni, per ottenere appena un litro di olio di Argan. Durante l’operazione di estrazione, si possono ricavare due tipi di olio: ciò, dipende dalla tostatura o meno dei noccioli (interni al frutto e contenenti i semi)

  • Dai semi non tostati si ricava l’olio per uso cosmetico, dal colore molto chiaro 

  • Dai semi tostati si ricava l’olio di Argan per uso alimentare

Oggi esistono molti metodi meccanici per produrre l’olio di Argan, ma la raccolta avviene ancora in modo classico.

 

Olio Di Argan alimentare

In Marocco, l’olio di Argan alimentare è usato come condimento di particolari pietanze, tra cui il cous-cous e l’amlou beldi: una crema afrodisiaca, impastata con miele e mandorle, offerta agli ospiti in segno di benvenuto.

Condire le pietanze con l’olio di Argan, vuol dire nutrirsi di acidi grassi essenziali e di vitamina E, che svolgono un'importante azione cardioprotettrice, contrastano i radicali liberi dall’interno, migliorano le capacità cerebrali e i digeststimolano i processivi ed epatici

L’olio di Argan sembrerebbe ridurre il livello di colesterolo LDL, cioè quello cattivo, ed è quindi indicato nella dieta di soggetti affetti da sindrome metabolica e con displidemie (alterazioni della quantità di lipidi presenti nel sangue). Dal vago sapore di nocciola, come tutti gli oli da condimento, anche quello di Argan presenta un’elevata quantità di calorie, pertanto è bene non esagerare nelle dosi e attenersi al consumo di 30 -40 grammi al giorno.

 

Avvertenze

Non ci sono controindicazioni sull’uso dell’olio di Argan, ma è sempre necessario, o consigliabile, il parere del proprio medico. 

La vendita dei prodotti all’olio di Argan è libera, ma prestate attenzione nel valutare il prodotto nel suo complesso, per non incorrere a prodotti scadenti o nocivi: verificare il grado di sicurezza del prodotto e la sua certificazione, meglio se biologica.

Sia per la rarità della pianta, che per il laborioso procedimento di estrazione, l’olio di Argan (puro e biologico) è molto costoso. In commercio, si possono trovare prodotti all’olio di Argan economici, ma questo vi deve porre in allerta e diffidare sulla qualità: accertatevi che sull’etichetta sia riportata la scritta argania spinosa oil

Il prezzo di una confezione da 15ml di olio di Argan (vero), varia tra i 10 e i 15 euro.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

OliPuri - Olio di Argan

Antiossidante, protettivo

OliPuri - Olio di Argan

Metodo di estrazione: ottenuto per spremitura a freddo dei frutti rotti e arrostiti del piccolo albero Argania spinosa (L.) Skeels,... continua