SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO   |   Tempo di Lettura: 5 min

Origini e Significati del Calendario dell'Avvento

calendario-dell'-avvento-speciale

Mille luci si accendono e tanti profumi speziati si librano nell’aria… Oggi inizia il Calendario dell'Avvento! Scopri di più su questa splendida tradizione.

Origini e Significati del Calendario dell'Avvento

In attesa del Natale

L’avvento è il tempo liturgico che precede e prepara il Natale. Quale modo migliore per vivere questo periodo speciale dell’anno se non con il calendario dell’avvento?

Nella tradizione della Chiesa latina, l’avvento dura da un minimo di 22 giorni fino a un massimo di 28 e contiene sempre quattro domeniche. La ragione della lunghezza temporale variabile è connessa al fatto che l’inizio coincide con l’ultima domenica di novembre, mentre la fine corrisponde sempre al 24 dicembre, il giorno della Vigilia. Tuttavia oggi nei calendari tradizionali si usa iniziare l’avvento il primo dicembre.

L’origine di questa tradizione antichissima viene individuata tra il IV e il VI secolo d.C. Da allora, le settimane che precedono il Natale costituiscono una fase di raccoglimento, preghiera e attesa. Ѐ il momento dell’anno in cui la luce diminuisce e lentamente ci avviciniamo al Solstizio d’inverno. Il termine deriva dal latino “adventus”, ovvero “venuta, arrivo” del Signore.

Creare il calendario dell’avvento è un’attività che può aiutare adulti e bambini a riconciliarsi con un senso di sacralità e spiritualità che si è un po’ perso nella società contemporanea in cui viviamo. Sempre distratti da mille impegni e appuntamenti, tendiamo a dimenticare di rallentare, respirare e godere delle piccole cose.

Ѐ importante infatti impegnarsi ad andare oltre la connotazione consumistica del periodo natalizio e dell'avvento per ritornare all'essenza di questi momenti di festa, la cui origine è spirituale. Proprio così possiamo riscoprire la bellezza insita nel celebrare l'attesa del Natale e cercare doni per noi stessi e per le persone che amiamo.

Aprire ogni giorno una scatolina decorata, un sacchetto di stoffa, una busta di carta dorata può costituire un piccolo atto quotidiano che ci riconnette alla sensazione che qualcosa di magico stia per accadere. Cercando di muoversi al di là di mode e tendenze, il calendario dell’avvento si rivela come un modo per nutrire sentimenti di pazienza, cura e dedizione.

Un’opportunità per liberare la fantasia e la creatività.

 

calendario-dell'-avvento-natale

 

Come creare un calendario dell'avvento

Il calendario dell’avvento può essere realizzato con qualsiasi materiale (carta, cartone, stoffa, legno...) ed essere una preziosa occasione di praticare il riciclo creativo. L’obiettivo è creare ventiquattro “contenitori” al cui interno riporre piccoli doni.

Puoi inserire nel tuo calendario dell'avvento quello che preferisci, l’unico limite è la tua immaginazione

Ecco alcune idee originali per te:

  • Prendi una vecchia scala di legno oppure il ramo di un albero e appendi vasetti decorati a mano con colori e ritagli di tessuti. Riempi i vasetti con biscotti secchi, omini di pan di zenzero, torrone fatto in casa, scorze d'arancia candite e tisane natalizie.
  • Prendi una gruccia, un filo o una corda e appendi ventiquattro sacchetti di stoffa con mollette da bucato colorate. Al loro interno puoi mettere piccole candele profumate, incensi, oli essenziali e decorazioni per addobbare l'albero.
  • Utilizza le buste da lettera oppure piccole scatole di cartone dai colori luccicanti. Inserisci disegni, poesie e brevi storie di Natale.
  • Prendi una cesta di vimini e riempila di pacchetti numerati, decorati con nastri e fiocchi.

 

calendario-dell'-avvento-attesa

 

Il calendario dell’avvento di Rudolf Steiner

Rudolf Steiner, filosofo e architetto austriaco, fondatore della corrente esoterica dell’antroposofia, considerava l’avvento come un periodo che ha come protagonista la luce. Essendo il momento più oscuro dell’anno, la luce acquisisce ora ancora più bellezza e importanza. La fiamma di una candela può infatti dissipare le tenebre e farci vedere le cose con chiarezza e lucidità.

Per questa ragione, nella tradizione del calendario dell’avvento steineriano si usa accendere venticinque candele: una per ogni giorno dell’avvento e la venticinquesima candela, più grande di tutte le altre, la mattina di Natale.

 

 

La corona dell’avvento

Un altro modo molto bello e particolare per celebrare l'avvento è realizzare una corona dell’avvento.

Molto simile alle ghirlande decorative, è stata inventata nell’Ottocento da un pastore protestante di nome Johann Hinrich Wichern. Si è presto diffusa in tutte le città protestanti della Germania del Nord. Ѐ un oggetto carico di simbologie, ideale per decorare la tavola natalizia.

Ecco come puoi realizzare la tua corona dell’avvento:

  • Prendi un filo di ferro e crea una base circolare.
  • Con l’aiuto della colla a caldo ricopri la base con rametti freschi di piante sempreverdi.
  • Decora la tua corona con nastri bianchi e rossi, dorati e argentati, bacche rosse, piccole pigne, stelle di stoffa, frutta brinata o essiccata, come ad esempio l'arancia e la cannella.
  • Fissa quattro sottocandela e posiziona quattro candele, una per ogni domenica dell’avvento.

Gli elementi invernali che costituiscono la corona sono fortemente simbolici. Le candele rappresentano la luce interiore, mentre la base a forma di cerchio, senza inizio né fine, simboleggia l’eternità dello spirito. I rami sempreverdi richiamano la forza della natura e la vita che continua.

Questi possono essere di molti tipi:

  • Alloro, ovvero la vittoria sulla sofferenza e l’oppressione.
  • Pino e agrifoglio simboleggiano l’immortalità dell’anima.
  • Cedro, un albero maestoso che allude alla forza e alla guarigione.

Hai scoperto origini, significati e tante idee originali legate al calendario dell'avvento? Libera la tua creatività e celebra l'attesa del Natale creando il tuo calendario personale.

 

corona-dell'-avvento

Data di Pubblicazione: 1 dicembre 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!

Procedendo con l'invio dei dati:

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...