Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

La Parola che Inizia con la D

Tu 6 un Duro - Anteprima del libro di Jen Sincero

Come sei arrivato a questo punto

“Se vuoi trovare i segreti dell’universo, pensa in termini di energia, frequenza e vibrazione."

Nikola Tesla; fisico, inventore e supergenio

Quando vivevo ad Albuquerque, nel Nuovo Messico, io e i miei amici frequentavamo un bar in stile western chiamato Midnight Rodeo. Era il genere di posto con arricciacapelli e lacca nel bagno delle donne, birra light in offerta a due dollari alla lattina e una pista da ballo in legno di quercia grande quanto un campo di grano.

Venivamo tutti dalla East Coast ed eravamo troppo snob per la musica country, perciò all’inizio ci andavamo solo per riderci sopra, molto orgogliosi di essere i primi a notare una fibbia particolarmente gigantesca o un cowboy con dei baffi a manubrio abbastanza grandi da coprire cinque labbra superiori. Ma il nostro momento preferito era il ballo di gruppo. Guardavamo affascinati le coreografie dei fan di Garth Brooks che ballavano con i pollici infilati nelle tasche anteriori dei jeans.

Era così esilarante che cominciammo anche noi a partecipare, restando sulla pista da ballo anche per la canzone successiva. Ci divertivamo a provare quel passo in cui si battono i tacchi prima di girare. Alla fine ci ritrovammo nel locale ogni fine settimana per ballare allegramente al ritmo di canzoni come “Achy Breaky Heart”.

Più o meno la stessa cosa mi è successa con Dio. È cominciata con molto sarcasmo e scetticismo, ma ero così al verde e disperata da essere aperta a qualsiasi possibilità. Ecco perché, quando cominciai a leggere libri dal contenuto spirituale che parlavano di trovare la propria vocazione, far soldi e darsi una regolata, non li gettai con disprezzo tra le cose da dare in beneficenza. Invece decisi di dare al buon vecchio Dio una possibilità, perché non avevo niente da perdere. Letteralmente. E guarda un po’, alcune parti non erano delle idiozie. Così iniziai a leggere di più sull’argomento e a studiarlo. Poi lo misi in pratica. Poi mi resi conto di quanto mi facesse stare meglio. Poi cominciai a crederci. Poi osservai un sacco di cambiamenti fantastici nella mia vita. Poi ne divenni ossessionata. Poi iniziai ad amarlo. Poi cominciai a cambiare radicalmente la mia vita. Poi iniziai a insegnarlo. Ormai sono un’esperta al riguardo; per continuare il paragone con il country, sono al punto in cui cavalco con facilità il toro meccanico.

Qualunque cosa tu pensi su Dio, lasciami solo dire che migliorare la tua vita sarà molto più facile se hai una mente aperta al riguardo. Chiamalo come ti pare (Dio, Dea, l’Universo, l’Energia primaria, l’Entità superiore, il Grande capo, l’istinto, l’intuizione, lo Spirito, il Potere, la Zona, il Signore, il Vortice, la Fonte principale), non ha importanza. Personalmente trovo che la parola “Dio” sia un po’ troppo pesante e tendenziosa; preferisco Energia primaria, Universo, Vortice, Spirito, Fonte principale (userò questi termini indistintamente nel corso del libro). Ciò che importa non è come scegli di chiamarlo, ma che cominci a sviluppare un rapporto con l’Energia primaria che ti circonda ed è dentro di te (è sempre la stessa energia) e che sarà la tua migliore amica se le concedi una possibilità. Perché il fatto è questo:
Siamo tutti connessi al potere illimitato, ma la maggior parte di noi non ne utilizza che una piccola parte.

La nostra energia si sta facendo un giretto nei nostri corpi; nel frattempo impara, cresce e si evolve (o almeno si spera; suppongo che forse si stia intorpidendo, rimpicciolendo e regredendo nei nostri genitori), finché il nostro percorso fisico non giunge alla fine e passiamo oltre... “Grazie per il passaggio!”. Rendermi conto che siamo composti di Energia primaria e a essa connessi mi spinse ad avere una conoscenza più profonda della spiritualità, per migliorare la mia esperienza fisica il più possibile. E lasciami dire che, da quel momento, è sempre stata straordinaria.

Quando sono connessa all’Energia primaria sono molto più forte, molto più in sintonia con il mondo fisico e con l’altro mondo, e molto più felice in generale. E quanto più medito e presto attenzione al rapporto con il mio superpotere invisibile, tanto più facilmente posso manifestare le cose che desidero nella mia vita, e farlo con una tale precisione e velocità da farmi rizzare i capelli. È come se avessi finalmente scoperto come far funzionare la mia bacchetta magica.

Se amare lo Spirito è sbagliato, non voglio essere nel giusto.

La base di tutto un lavoro

QUESTA È LA BASE DI TUTTO IL LAVORO CHE STIAMO PER COMPIERE INSIEME SULLA TUA VITA:

  • L’Universo è composto di Energia primaria.
  • Tutta l’energia vibra a una certa frequenza. Ciò significa che tu vibri a una determinata frequenza, e che anche tutto quello che desideri, e che non desideri, vibra a una determinata frequenza.
  • Ogni vibrazione attrae una vibrazione simile.

L’idea di base, nota anche come Legge dell’Attrazione, è la seguente: focalizzati su ciò che ti fa stare bene e troverai (attrarrai) ciò che ti fa stare bene.

Tutti attraiamo di continuo energia, anche se non ce ne rendiamo conto. E quando vibriamo a una bassa frequenza (sentendoci pessimisti, poveri, perseguitati, invidiosi, pieni di vergogna, preoccupati, convinti di essere brutti) ma ci aspettiamo che accadano cose meravigliose nella nostra vita, spesso finiamo per essere delusi.

Dobbiamo alzare la nostra frequenza affinché corrisponda a quella con cui vogliamo sintonizzarci.

È come cercare di ascoltare una stazione radio su una frequenza sbagliata. Se hai un appuntamento e vuoi ascoltare musica sexy e invece ti sintonizzi su un dibattito politico, è più probabile che attrarrai una discussione riguardo alle leggi sull’immigrazione invece di un corpo pronto all’amore.

L'Universo si accorderà a qualsiasi vibrazione tu emetta. Non puoi ingannarlo.

Ecco perché, quando vibri a frequenza elevata, cose meravigliose sembrano fluire verso di te con facilità e ti sembra d’im-batterti sempre nelle persone e nelle opportunità perfette (e viceversa). Come disse Albert Einstein: “Le coincidenze sono un espediente usato da Dio per rimanere anonimo.”

Quando impari a padroneggiare il regno energetico, a credere in ciò che non hai ancora visto e a restare nella frequenza più elevata, controlli il tuo potere innato di creare la realtà che desideri.

Ancora una volta, la consapevolezza è la chiave per la libertà. Quando ti rendi conto che puoi migliorare notevolmente la tua situazione connettendoti all’Energia primaria e aumentando la tua frequenza, agisci subito (ti mostrerò come in seguito) invece di rimanere nel tuo buco e di sentirti una vittima di circostanze negative.

Per aumentare davvero la tua vibrazione, devi credere che tutto ciò che vuoi è a tua disposizione. E il sistema migliore per continuare a crederci è rimanere connesso all'Energia primaria.

Esperienze, conoscenze, sensazioni e opportunità

È come se fossimo circondati da un enorme buffet d’incredibili esperienze, conoscenze, sensazioni, opportunità, cose, persone e modi per condividere i nostri doni con il mondo, e tutto quello che dobbiamo fare è allineare la nostra energia con ciò che desideriamo e agire con decisione per permettere che entri nelle nostre vite. Passare all’azione è fondamentale. Non serve a nulla galleggiare sorseggiando cocktail nella piscina del nostro vicino e avere una frequenza elevata nell’attesa che gli unicorni arrivino dal cielo. Dobbiamo agire, e con decisione.

Il segreto è che entrambe le parti, l’energia e l’azione, lavorino all’unisono: se la tua energia non è in sintonia con ciò che veramente desideri, ogni azione che intraprendi richiederà molto più impegno per portarti dove vuoi, sempre che tu ci riesca.

Ogni tanto puoi essere fortunato e può bastarti luna o l’altra; ma se fai chiarezza su ciò che vuoi veramente, se credi che sia a tua disposizione a prescindere dalla situazione attuale, rimanendo connesso all’Energia primaria, mantenendo la tua frequenza elevata e agendo con decisione, ce la farai.

Hai mai sognato di volare e di divertirti un mondo, ma poi ti rendi conto che in realtà non puoi volare e ti schianti a terra? È così che funzionano le credenze. Anche se ti sembra impossibile, devi avere comunque fede; nel momento in cui smetti di credere, l’incantesimo si rompe e smetti di attrarre la magia nella tua vita.

Il Potere è con te.

Non basta credere e avere vibrazioni elevate quando il sole splende e va tutto bene. Devi credere che esiste un lato positivo alla tua portata anche quando la situazione è incerta o disastrosa.

André Gide, scrittore francese e indomito cercatore di verità, disse: “Non si scoprono nuove terre senza essere disposti a perdere di vista la costa per un lungo periodo.” E questione di credere che viviamo in un Universo pieno d’amore, generoso e ricco, invece che in un Universo meschino, spregevole, che ama gli altri e non te.

La tua fede deve essere più grande della paura.

Questo testo è estratto dal libro "Tu 6 un Duro".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

Tu 6 un Duro

Smettila di dubitare di quanto sei forte e inizia a vivere alla grande

-15%
Tu 6 un Duro

Jen Sincero

Tu 6 un duro è un libro di self help per persone che vogliono migliorare la propria vita con tutte le forze, senza sensi di colpa e senza... continua

 

Torna su