SALUTE E BENESSERE   |   Tempo di Lettura: 5 min

Perché scegliere la fitoterapia?

Perché scegliere la fitoterapia?

Scopri l'efficacia dei preparati fitoterapici ed erboristici e le proprietà delle piante medicinali leggendo l'anteprima del libro di Martino Mozzi.

Perchè scegliere la fitoterapia?

La fitoterapia consente di affrontare le patologie lievi, acute e croniche in modo naturale e permette di alleviare i possibili sintomi che ne derivano.

I prodotti fitoterapici sono indicati anche per prevenire la comparsa di malattie e, se utilizzati correttamente, non causano effetti collaterali o indesiderati.

I prodotti fitoterapici hanno un’azione molto più armonica rispetto ai farmaci di sintesi, poiché agiscono sull'organismo e non unicamente sull'organo o l’apparato colpito da un disturbo.

Origini della fitoterapia

Cercare di collocare nel tempo la nascita della fitoterapia è praticamente impossibile, in quanto la conoscenza in questo ambito è stata inizialmente tramandata solo oralmente o con opere illustrate prima dell'invenzione della scrittura (che risale a meno di seimila anni fa). Cercheremo comunque di dare alcuni cenni di storia della fitoterapia.

Fin dall’antichità l’uomo ha utilizzato le piante come medicinali e ha imparato a farlo nel modo corretto grazie a innumerevoli tentativi, esperimenti, avvelenamenti e intossicazioni.

Molte importanti scoperte si ottennero grazie all'attenta osservazione del comportamento degli animali erbivori, ma soprattutto di animali che si nutrono di vegetali solo in determinate circostanze. Questo permise di conoscere pressoché tutte le virtù delle piante, distinguere quelle velenose, quelle commestibili e quelle con proprietà terapeutiche. In alcuni insediamenti preistorici nella zona di Parma e Varese sono stati rinvenuti semi di Sambucus nigra e di Sambucus ebulus e si suppone potessero essere utilizzati dall’uomo primitivo come medicinali per fare decotti con proprietà lassative.

Naturale non è sinonimo di innocuo

L’utilizzo della pianta (o parte di essa), al contrario di un farmaco di sintesi, ha un’azione armonica e controllabile e, proprio grazie ai metodi moderni di ricerca, si trovano facilmente preparati fitoterapici ed erboristici con una relazione dose-effetto prevedibile e altamente efficace.

Negli ultimi tempi si è verificato un rinnovato interesse per l’impiego delle piante medicinali, in quanto considerate più naturali e meno “pericolose” dei farmaci di sintesi. Spesso però si dimentica che “naturale” non è affatto sinonimo di “innocuo” ed è quindi buona norma rispettare le indicazioni sulla posologia.

Come i farmaci di sintesi, anche con i prodotti fitoterapici è possibile incorrere in effetti indesiderati a causa di sovradosaggio, interazioni con altri farmaci o possibili reazioni allergiche.

Sconsigliamo di assumere estratti fitoterapici idroalcolici ai bambini sotto i 10 anni e alle donne in gravidanza e allattamento. Naturalmente chi è allergico a determinate sostanze eviterà di assumere piante o derivati di esse che le contengono.

Il manuale

"Fitoterapia per i gruppi sanguigni" è un manuale semplice e intuitivo che nasce con l’intento di fornire informazioni precise sull’impiego di alcune piante medicinali come integrazione al sistema alimentare già descritto nel libro La dieta del dottor Mozzi - Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari.

Per permettere a coloro che seguono la dieta del dottor Mozzi (e non solo) di acquisire maggiore consapevolezza nella gestione della propria salute, abbiamo fornito una descrizione il più possibile completa delle 35 erbe officinali (per un totale di 40 preparazioni) che da molti anni vengono consigliate a chi segue la dieta dei gruppi sanguigni come rimedio naturale.

Per ogni pianta è disponibile una scheda descrittiva, completa di fotografie e illustrazioni. Viene indicato il nome comune, quello botanico e la classificazione, ovvero la famiglia, il genere e la specie a cui la pianta appartiene. Una descrizione botanica riporta le caratteristiche morfologiche; viene indicato il periodo balsamico, ovvero il momento migliore per la raccolta; le parti della pianta che è meglio utilizzare per i vari tipi di preparazione; le proprietà terapeutiche e le possibili combinazioni con altre piante officinali secondo le patologie; dove necessario, vengono indicate le interazioni con i farmaci e le eventuali controindicazioni; infine una sezione è dedicata ad aneddoti e curiosità.

Poiché ogni pianta può essere più o meno adatta a un gruppo sanguigno, abbiamo inserito accanto all’illustrazione grafica della pianta i simboli dei quattro gruppi, colorandoli in verde se la pianta è benefica e in rosso se è sconsigliata.

Per fornire un quadro ancora più chiaro per l’utilizzo consapevole di tinture madri, gemmoderivati e oleoliti, abbiamo inserito anche una Tavola sinottica, ovvero un riepilogo sotto forma di tabella in cui per ogni patologia vengono elencate le piante officinali più adatte a ogni gruppo sanguigno.

Infine, nel glossario potrete trovare le spiegazioni dei termini più tecnici o meno comuni contenuti nel testo.

Ricordiamo che per prevenire e curare eventuali patologie è fondamentale seguire una corretta alimentazione. La fitoterapia da sola non è risolutiva; tuttavia riteniamo che affiancata all’assunzione di alimenti adeguati al nostro sistema immunitario, sia il metodo più valido per prendersi cura della propria salute in modo naturale.

Data di Pubblicazione: 2 aprile 2019


Torna su
Caricamento in Corso...