Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Semi di Canapa: un toccasana per la salute!

I semi di canapa sono ottimi integratori naturali e non solo: leggete l’articolo per scoprirne tutte le proprietà e i benefici!

Introduzione

La canapa è stata un tabù sociale per moltissimo tempo, in tutta Europa e soprattutto in Italia. 

Solo nel 2009, il Ministero dalla Salute ha introdotto l’uso legale dei semi di canapa a scopo alimentare. 

Pensare che già gli antichi greci e romani utilizzavano la canapa: per curare il mal d’orecchie, per ricavarne tessuti per l’abbigliamento, per uso tecnico e alimentare.

Perché allora il suo impiego è stato legalizzato solo negli ultimi anni? C’è bisogno, dunque, di un chiarimento: esistono due differenti tipi di cannabis (cannabis indica e cannabis sativa l.), con effetti totalmente diversi. In commercio si trovano solo prodotti derivati dalla cannabis sativa l., che ha un ridotto contenuto del famoso principio, psicoattivo e stupefacente, THC (Delta9-tetraidrocannabinolo), illegale in quasi tutti i Paesi, ed assente nelle radici e nei semi destinati all’uso alimentare. 

La Cannabis Indica, al contrario, non è coltivabile in Italia, è illegale, e il suo consumo personale è perseguibile per legge.

 

Perché i semi di canapa fanno bene alla salute

Una premessa: i migliori semi di canapa da acquistare sono biologici poichè le proprietà del seme rimangono intatte e non sono presenti elementi chimici, come i pesticidi, dannosi alla salute del nostro corpo.

Detto ciò partiamo dal contenuto proteico, corrispondente al 25% della composizione totale del seme della cannabis sativa: percentuale molto alta! Si può paragonare al contenuto di proteine presente in una bistecca di carne. L’edestina e l’albumina, le proteine del seme di cannabis, forniscono, nelle giuste proporzioni, tutti gli amminoacidi essenziali dell’organismo: non potendo essere sintetizzati, devono necessariamente essere introdotti attraverso la dieta. 

I lipidi sono presenti nei semi della cannabis sativa biologica per un totale variabile tra il 26% e il 37%. I lipidi di cui stiamo parlando sono gli acidi grassi essenziali, più comunemente conosciuti come Omega 3 e Omega 6, in rapporto 3:1. Grazie alla loro presenza, i semi di canapa sono in grado di apportare benefici alle cellule del nostro organismo perché ne formano la membrana esterna; ma le proprietà non finiscono qui: 

  • Migliorano la tolleranza dei carboidrati nei diabetici 

  • Riducono il colesterolo cattivo (LDL)

  • Risolvono patologie legate alla pelle come acne, eczema, dermatite

  • Sintetizzano l’emoglobina, la coagulazione e ripristinano il grado di robustezza capillare

  • Producono energia

  • Aiutano la crescita e lo sviluppo del sistema nervoso centrale del feto grazie al DHA: un’omega 3 presente in quantità superiore, rispetto agli altri acidi, nei neuroni; sono stati evidenziati effetti positivi anche su malattie degenerative, come Alzheimer e demenza senile

  • Risolvono patologie legate a stati infiammatori come obesità e artrite reumatoide

  • Svolgono un’azione antidepressiva

  • Un buon rapporto di omega 3 e omega 6 è in grado di lenire i dolori provocati da cicli mestruali molti intensi

I semi di cannabis sativa sono importanti anche per il contenuto di carboidrati, presenti in misura del 28%, per le fibre solubili e insolubili: le fibre solubili agiscono come una sostanza gelatinosa all’interno dell’intestino e sono il nutrimento dei batteri buoni (quelli digestivi), le seconde favoriscono il transito intestinale.

Vanno ricordati anche i micronutrienti presenti nei semi di canapa: le vitamine E (antiossidante naturale), B1 (importante per l’attività mentale), B2 (trasforma il cibo in energia), B3 (riduce la stanchezza), B6(rilevante per il sistema nervoso), A (utile per ossa, pelle, capelli, rinforza il sistema immunitario).

Ricordiamo infine, la presenza dei minerali come manganesio, fosforo, ferro, rame, magnesio, zinco, potassio, calcio.

 

Effetti benefici del seme di canapa

Una sintesi degli effetti benefici del seme di canapa biologico:

  • Effetti antidepressivi

  • Prevenzione di patologie cardiovascolari

  • Protezione delle cellule cerebrali

  • Regolazione della digestione

  • Protezione dallo stress

  • Stimolanti delle difese immunitarie

 

Uso dei semi di canapa 

In commercio, i semi di canapa biologici si possono trovare decorticati o interi. In realtà quello che noi chiamiamo seme di canapa, altro non è che il frutto della Cannabis Sativa l.: si presenta come un piccolo chicco ovale (cc 4 mm di lunghezza), di colore verde-grigio e solo all’interno troviamo il seme, facilmente estraibile. Chi lo ha già provato, afferma che il gusto ricorda quello della nocciola.

E’ indifferente la scelta tra i semi decorticati o interi; l’unica divergenza è la propensione all’ossidazione da parte del frutto scorticato che richiede un rapido consumo del prodotto. Fondamentale, invece, è l’utilizzo a crudo affinché rimangano intatte le proprietà nutrizionali.

Oltre ai semi si possono trovare l’olio e la farina di canapa.

 

Fantasia in tavola

Se volete fare una colazione ricca di proteine e partire con un pieno di energia elevato, perché la vostra giornata sarà molto intensa, potreste provare a inzuppare i semi di canapa decorticati nel latte o nello yogurt, per conferire quel retrogusto di nocciola precedentemente descritto. Per chi è amante del latte vegetale, esiste anche il latte vegetale bio di canapa: non si trova facilmente in commercio, ma può essere realizzato in casa: si uniscono 250 g di semi di canapa decorticati ad un litro d’acqua e si frulla il tutto. Terminata la prima operazione, si fa filtrare il liquido con un colino ed una garza. Il latte di canapa biologico va tenuto in frigo per massimo 3-4 giorni.

L’apporto nutritivo di una colazione a base di semi di canapa é pari a 516 Kcal per 100g.   

Se durante la mattinata improvvisamente lo stomaco inizia un lungo monologo, fatto da brontolii e suoni gravi, fatelo tacere aggiungendo i semi di canapa ai frullati di frutta (anche qui si può considerare il latte di canapa come ingrediente liquido base).

I semi di canapa sono presenti anche nelle pause pranzo: si possono unire ad altri ingredienti per creare insalate colorate e fantasiose, sono ottimi con zuppe di verdura e cereali, si possono unire alle salse da condimento.

Quando arriva l’ora della merenda i bambini sono in prima fila davanti la credenza della cucina! I più piccoli, che non c’arrivano, s’attaccano alla gonna della mamma. Tu, che hai a cuore la salute del tuo bambino, hai preparato con le tue mani biscottini e torta, per ampliare la scelta del cibo da gustare a metà pomeriggio. In entrambi i casi, per un alimentazione completa, è possibile usare i semi di canapa biologici macinati e trasformati in farina per i prodotti da forno.

Per uno sportivo è importante reintegrare le sostanze perse durante l’allenamento, oppure integrarle prima e durante l’esercizio fisico. Esistono in commercio, ma si possono preparare anche in casa, barrette energetiche di semi di canapa: basta aggiungere all’impasto dei cereali da 2 a 25g di semi interi o decorticati.

La cena è il pasto più importante della giornata perché ci si ritrova tutti quanti seduti a tavola, dopo una lunga giornata passata tra lavoro, scuola, palestra, amici. Anche in questo caso, i semi di canapa possono essere protagonisti del piatto principale: si possono usare semi biologici di canapa per l’impanatura insieme al pane grattato o aggiungerli all’impasto di burger e polpette (siano essi di carne o vegetali). 

 

I semi di canapa per la cosmetica

L’olio di semi di canapa biologico, anch’esso ricco di acidi grassi essenziali, è descritto come “l’olio più equilibrato in natura” è ideale per il lavaggio di capelli grassi con forfora, per reidratare a fondo e donare elasticità alle pelli tendenti alla secchezza e alla screpolatura. Sono tantissimi i prodotti basati sull’utilizzo attento dei semi di canapa biologici: dai deodoranti allo shampoo, dalle lozioni per il corpo ai sieri per labbra e saponette. 

Tantissimi i prodotti sia per grandi che per i bambini: lo shampoo biologico ai semi di canapa non fa schiuma e non aggredisce la cute, ottimo anche per il bagnetto dei neonati.

 

La canapa per un mondo ecosostenibile

Della canapa non si butta via niente: è un’ottima risorsa rinnovabile ed un incentivo per la green economy.

In passato l’Italia era la seconda produttrice mondiale di cannabis sativa l. per il settore tessile, fino all’avvento delle fibre sintetiche e lo sviluppo del mercato asiatico, che fecero cadere in disuso la coltivazione della canapa.

Attualmente l’Unione europea ha attivato finanziamenti destinati alla rinascita della coltivazione per un mondo più green. In Germania sono stati sviluppati prodotti plastici e imbottiture (realizzati con la canapa) per il settore automobilistico, mentre in Francia si è aperta la strada nel settore edilizio, per lo sviluppo di materiale ecosostenibile basato sull’utilizzo della cannabis: cere, vernici, pannelli isolanti, mattoni; le proprietà della pianta della canapa sono in grado di aiutare i terreni a recuperare la fertilità e bonificarli dall’azione inquinante dei pesticidi e agenti chimici.

Ancora una volta la Natura è disposta a darci una mano per risanare i danni (soprattutto ambientali) da noi stessi creati!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

Semi di Canapa Bio - Cannabis Sativa

Semi essiccati pronti per l'uso.

Semi di Canapa Bio - Cannabis Sativa

I semi di canapa rappresentano un alimento naturale selezionato a partire da speciali sementi autorizzate di Canapa Sativa alimentare. I... continua

 

Torna su