SPIRITUALITÀ ED ESOTERISMO   |   Tempo di Lettura: 6 min

Tantra: come funziona

Tantra la via dello spirito attraverso il sesso

Anteprima del libro "Tantra - La via dello spirito attraverso il sesso" di Shashi Solluna

Portare il Tantra nella tua vita

«L'originale visione del mondo tantrico: un modo di vedere e capire la realtà che può mettere alla prova i livelli pili profondi del tuo essere».
Christopher D. Wallis

Forse ti stai già facendo un’idea di cosa può portare il Tantra nella tua vita. Può portare spiritualità a coloro i quali sono già molto attivi sessualmente, ma che stanno cercando più profondità e significato. Può portare il risveglio sessuale alle persone che hanno già una spiccata attitudine spirituale, ma che forse desiderano condividere quell'esperienza spirituale con un altra persona in modo fisico. Può portare pace a chiunque si senta scisso tra i diversi aspetti di sé stesso e nella propria vita.

Negli anni ho visto persone attratte dal cammino del Tantra per un sacco di ragioni. Tra queste:

  • vivere una vita sessuale più ricca e più gratificante;
  • guarire da un trauma sessuale passato;
  • trovare un significato più profondo nella sessualità;
  • superare il timore dell'intimità;
  • essere più vivi, radiosi e liberi;
  • aprire il cuore e provare più amore;
  • risolvere e superare i problemi di coppia;
  • ravvivare una relazione che sembra spenta;
  • scoprire e sviluppare la propria sessualità e la propria polarità sessuale;
  • comprendere meglio il sesso opposto e acquisire migliori abilità di relazione;
  • far confluire esperienze spirituali nel corpo fisico;
  • sviluppare una relazione spirituale con un partner;
  • lavorare con energia;
  • rendere la vita sacra e significativa;
  • accedere a esperienze spirituali ed elevare il proprio stato di coscienza;
  • guarire le scissioni e i conflitti interiori, sentendosi interi e completi;
  • impulso istintivo: sono semplicemente attratte dal Tan-tra, senza conoscerne il motivo.

Che siate una coppia o una singola persona, il Tantra potrebbe avere qualcosa da offrirvi. Che siate in cerca di un'esperienza spirituale o di un'apertura sessuale, il Tantra vi porta dei doni. E dato che l'intimità è un desiderio centrale dell'esperienza umana, il Tantra può condurvi verso un modo di vivere più ricco e più appagante.

Tuttavia, vale la pena notare che anche se è un desiderio particolare a portarvi sul cammino del Tantra, c'è la possibilità che si trasformi in una forma di appagamento diversa da quella che vi aspettavate. Potreste rivolgervi al Tantra per sviluppare il potenziale orgasmico e scoprire un'inattesa unità con ogni forma di vita. Come mi disse una volta il mio buon amico, Eyal Matsliah: «Mi sono avvicinato al Tantra per il sesso; e ho trovato Dio».

Il desiderio di intimità

Anche se il Tantra è un cammino spirituale, la maggior parte delle persone che frequentano i workshop e gli eventi sono davvero alla ricerca di intimità. Nel Tantra questo non viene giudicato come una cosa negativa, in quanto non è necessario fingere di essere attratti dai workshop solo per vivere un'esperienza spirituale. Il Tantra è un cammino di desiderio e di fatto vede il desiderio come un carburante per il risveglio, se usato nel modo corretto.

L'intimità è spesso qualcosa che ci titilla o che ci fa sentire in imbarazzo quando viene anche solo menzionata; ciononostante il Tantra riconosce un'ovvietà universale: gli esseri umani hanno un grande desiderio di intimità. I giudizi che ruotano intorno all'intimità indicano che molte persone sopprimono il loro bisogno di intimità o che cercano di rimpiazzarlo con shopping, cibo, alcol, droghe, porno, televisione, social media e così via.

Ma tutte queste cose esterne possono farci sentire vuoti perché non possono appagare il nostro profondo bisogno umano di connessione. Fin dal momento in cui usciamo dal canale uterino e veniamo al mondo, siamo alla ricerca di intimità con il seno di nostra madre, con il suo calore e con il contatto pelle a pelle, quando beviamo un liquido dal suo corpo e lo introduciamo nel nostro. Nonostante la forma di intimità che cerchiamo cambi col passare del tempo, quando cresciamo questo bisogno di connessione è una parte fondamentale dell'essere umano.

In fondo desideriamo sballarci, elevarci al di sopra della realtà quotidiana. Desideriamo ardentemente sentirci sollevati da quella sensazione di restrizione e separazione, e bramiamo di entrare in contatto con il luogo in cui ci sentiamo in terconnessi a ogni cosa. Certamente molte persone ricorrono alle droghe per fare una simile esperienza, ma queste ultime spesso ci fanno precipitare in un sentimento di separazione anche più doloroso di prima. Quando impariamo ad aumentare l'energia sessuale con piena coscienza, possiamo sballarci davvero, con i nostri piedi ancora per terra... e condividere questa espansione con le persone con le quali siamo in intimità nella nostra vita. Come lo ha descritto Margot Anand: «Mi sono resa conto che quel dolore esistenziale o psicologico era in realtà l'assenza di estasi. Era il risultato dell'essere tagliata fuori dalla fonte del proprio essere, la fonte della vita».

Esercizio: le tue esperienze ti lasciano un senso di vuoto?

Prenditi un momento per considerare le azioni, gli oggetti o le sostanze che ricerchi per il tuo piacere. Fai una lista in modo che tu sia consapevole di quali siano.

  • Quanto rimani cosciente quando ti ci dedichi? Riesci a mantenere vive le sensazioni di piacere, o in qualche modo ti spegni? Ti sembra di «lasciare il tuo corpo»? Arrivi anche a perdere conoscenza come quando assumi droghe o alcol?
  • Giudichi qualcuno di questi comportamenti, che siano tuoi o che tu li veda in qualcun altro?
  • Hai una doppia personalità? Una parte che mostri al mondo «rispettabile» e un'altra che tieni separata dalla prima?
  • Come ti senti «il mattino dopo»? Ti senti in pace con te stesso? O provi un senso di colpa, di vergogna o di rimpianto?
  • Ti capita mai di essere alla ricerca di qualcosa, ma una volta che la trovi sei poi incapace di essere completamente presente in essa o di viverla appieno?

Prova a rispondere onestamente a queste domande. Servono solo per la tua comprensione di te stesso, quindi non c'è bisogno di censurare le risposte. Presta attenzione anche a come ti senti quando rispondi ai quesiti. Avverti qualche sensazione nel tuo corpo? Può essere utile metterti a sedere per un momento e prendere nota di questi sentimenti vicino alle altre risposte.

Questo testo è estratto dal libro "Tantra".

Data di Pubblicazione: 22 gennaio 2018


Torna su
Caricamento in Corso...