ARTICOLI VARI

Ufo e extraterrestri: i file segreti

Ufo e extraterrestri: i file segreti

Scopri le motivazioni che hanno spinto Steven Greer a rendere pubbliche le informazioni più inaccessibili relative agli ufo leggendo l'anteprima del suo libro.

Ufo e extraterrestri. I file segreti. Fatti storici e testimonianze

«Abbiamo già a disposizione i mezzi per viaggiare tra le stelle ma queste tecnologie sono prigioniere di progetti segreti. Occorrerebbe un miracolo per ottenere il loro rilascio a beneficio dell’intera umanità».
(Ben Rich)

Questo libro contiene informazioni rese inaccessibili alle più importanti cariche pubbliche degli Stati Uniti tra cui presidenti, capi di Stato maggiore, senatori, membri del Congresso, nonché capi di Stato di altre nazioni. Lo so per certo perché in molteplici occasioni è stato esattamente il sottoscritto a fornire loro queste informazioni.

Dopo circa trent’anni di indagini sono giunto alla conclusione che i governi degli Stati Uniti sono due: un governo di facciata, rappresentato dai deputati eletti dal popolo, e un governo ombra costituito da funzionari di livello intermedio la cui attività affonda le sue radici in un’organizzazione segreta lanciata negli anni ‘40 dal presidente Truman. Questo gruppo, noto all’epoca come MAJESTIC-12, fu creato con lo scopo di nascondere al pubblico la verità in merito alla scoperta più sorprendente nella storia dell’uomo: gli UFO e l’esistenza di vita extraterrestre.

Ma non è soltanto la verità sugli UFO e gli extraterrestri ad essere stata occultata dal regime segreto; si tratta altresì delle tecnologie interstellari ricavate mediante operazioni di ingegneria inversa sui resti di ETV, ovvero “velivoli extraterrestri” - più comunemente noti come UFO - abbattuti dalle nostre forze militari. I primi casi mai registrati documentano lo schianto di due velivoli nei pressi della base aeronautica militare di Roswell, Nuovo Messico, nel luglio del 1947. Le navicelle, attratte dalla base di Roswell come anche da altre zone militari affini a causa della proliferazione degli arsenali nucleari di quegli anni, furono abbattute mediante l’utilizzo di una “rudimentale” arma ad onde elettromagnetiche.

Oggi la maggior parte delle persone è senz’altro restia a prendere in seria considerazione l’idea che gli UFO e gli extra-terrestri esistano davvero. Chiaramente, sul piano della semplice logica, la possibilità che l’universo, nella sua incommensurabile vastità, sia in grado di ospitare innumerevoli forme di vita oltre la nostra ci appare del tutto verosimile: secondo le stime della NASA esisterebbero tra i cento e i quattrocento miliardi di sistemi stellari soltanto nella nostra galassia, la Via Lattea. L’accettazione emotiva è invece più problematica. Per tutta la nostra vita siamo stati indotti a credere che gli UFO siano mera fantasia e che chiunque creda nell’esistenza degli extraterrestri non possa essere altro che un mentecatto. In un certo senso, gli UFO costituiscono la migliore copertura di se stessi poiché credere alla loro esistenza o - non sia mai - raccontare in giro di averne addirittura visto qualcuno significa esporsi deliberatamente al ridicolo.

Eppure molti di noi hanno visto questi velivoli con i loro occhi... e preferirebbero non rimanere in silenzio.

Il mio primo avvistamento

Ebbi il mio primo avvistamento in un pomeriggio di sole dei primi anni ‘60. Mi trovavo a gironzolare insieme a tre compagni d’infanzia per il mio quartiere nella città di Charlotte, in North Carolina, quando improvvisamente apparve nel cielo un oggetto in direzione sud-ovest: uno scintillante velivolo di colore argenteo e di forma ovale, non di certo un aereo o un elicottero. Rimase sospeso in aria per qualche momento prima di svanire istantaneamente.

Com’era prevedibile, la mia famiglia accolse il racconto dell’incidente come il frutto di una fantasia puerile. Ma io e i miei compagni sapevamo bene di aver visto qualcosa che esulava dall’ordinario. Ancora oggi le sensazioni scaturite dal ricordo di quell’esperienza non perdono d’intensità.

Al contrario, la mia prima reazione a ciò che state per leggere riguardo le menzogne, la segretezza e i complotti che orbitano attorno a un’oligarchia occulta nota ai più come “Nuovo Ordine Mondiale”, fu alquanto scettica. Per dovere di cronaca, non sono né uno scienziato della NASA né un membro di una qualsiasi organizzazione segreta. Sono un medico d’emergenza ed ex direttore del reparto di medicina d’urgenza presso il Caldwell Memorial Hospital, in North Carolina. In tutta onestà, devo ringraziare la mia buona stella per essermi allontanato da una carriera lucrativa a servizio di un bene superiore. Difatti, prova dopo prova, conferma dopo conferma, mi convinsi che le informazioni che acquisivo corrispondevano a realtà effettiva; lo scetticismo iniziale lasciò il posto alla sorpresa e allo sbigottimento.

All’interno di questo libro sono riportati documenti, file segreti e interviste inedite rilasciate da testimoni oculari chiave in merito a numerosi incontri con UFO ed extraterrestri. Molti di questi uomini e queste donne hanno ottenuto le più elevate autorizzazioni di sicurezza conferite dalle agenzie di intelligence e dalle diverse branche delle forze armate presso le quali hanno prestato servizio; altri hanno lavorato come appaltatori per il Dipartimento della difesa degli Stati Uniti d’America. Ognuno di loro ha coraggiosamente deciso di esporsi in un’epoca decisiva in cui l’umanità si trova di fronte al bivio che deciderà le sorti della specie.

Sorprendentemente, ciò che leggerete in questo libro rappresenta meno dell’1% delle testimonianze che abbiamo raccolto grazie agli oltre ottocento intervistati tra informatori e membri effettivi del complesso economico, governativo e militare. Di queste testimonianze, più di un centinaio sono videoregistrate e arricchiscono il nostro archivio con centinaia di ore di documentazione audiovisiva e migliaia di pagine di trascrizioni. Ulteriore materiale documentario è disponibile online su  SiriusDisclosure: grazie ad un’ampia raccolta che abbraccia oltre sessant’anni di eventi, la piattaforma offre all’utente la possibilità di acquisire vera consapevolezza dell’oggetto di discussione, esplorando minuziosamente le dinamiche attorno all’illecita segretezza e svelandone le ragioni alla base.

Rivolgiamo inoltre un appello affinché sempre più persone, tra coloro che hanno lavorato a stretto contatto con la realtà degli UFO e degli extraterrestri, decidano di farsi avanti e divulgare i propri documenti, prove e testimonianze.

Come documentazione aggiuntiva si consiglia la lettura del testo Disclosure: "Military and Government Witnesses Reveal the Greatest Secrets in Modem History" di Steven M. Greer.

Abbiamo deciso di rendere queste informazioni di pubblico dominio con un triplice obiettivo:

Primo, fornire le prove a sostegno di una sequenza di eventi mantenuti segreti all’origine della più grande operazione di insabbiamento mai documentata negli annali della civiltà umana. Sia chiaro che il fine non è quello di convincere il lettore che il nostro pianeta stia ricevendo le visite di numerose specie di ETI (intelligenze extraterrestri); ormai sono decine di migliaia, se non milioni, le persone che possono certificare a tal riguardo. Essenziale è invece la rimozione dei tabù imposti al fenomeno UFO ed extraterrestre dai servizi di intelligence, il cui obiettivo è stato ed è ancora quello di occultare la verità su “i vestiti nuovi dell’imperatore”, screditando chiunque tenti di spiegare che l’imperatore è in realtà del tutto nudo.

Questo libro dimostrerà che gli extraterrestri visitano il nostro pianeta da lungo tempo e che non rappresentano una minaccia per la nostra specie; la vera minaccia siamo noi, sia nei loro confronti sia verso noi stessi, in particolare verso le nostre possibilità di sopravvivenza su un pianeta gravemente compromesso dalla nostra irresponsabile condotta.

In secondo luogo, i nostri testimoni rivelano altresì come un programma di indagine scientifica condotto in gran segreto durante l’apogeo della Guerra fredda fu sabotato dal complesso militare-industriale. Questa entità, che acquisì grande potere durante l’amministrazione Eisenhower, è divenuta a tutti gli effetti un governo occulto in seno al governo di facciata e ora indirizza illegalmente dagli ottanta ai cento miliardi di dollari annui dei contribuenti nelle casse di progetti ad accesso speciale non riconosciuti. Questa associazione a delinquere deve essere smascherata e denunciata in modo tale che le tecnologie che sono state indebitamente precluse al pubblico possano raggiungere le masse per fornire energia pulita e gratuita a tutto il mondo. È del tutto fuori discussione che se i combustibili fossili non saranno sostituiti da forme di energia pulita saremo responsabili della nostra stessa estinzione.

Ultimo in lista ma primo obiettivo in importanza, rendendo di pubblico dominio queste informazioni aneliamo a scuotere le coscienze delle masse, a esortarle ad esercitare la propria volontà per il rilascio forzato di queste tecnologie energetiche occultate. Mi riferisco in particolare a quelle in grado di imbrigliare l’energia del punto zero e i sistemi di antigravità. Scoperti per primi da Nikola Tesla, T. Townsend Brown e altri scienziati, da oltre un secolo questi sistemi di energia gratuita non sono mai riusciti ad ottenere alcun brevetto; il prezioso lavoro di questi pionieri fu sequestrato, le loro vite rovinate - e in alcuni casi “terminate” - per impedire che le loro scoperte potessero minare il monopolio energetico dei combustibili fossili e rimpiazzare il loro impiego.

L’energia del punto zero

L’energia del punto zero rappresenta la svolta che rivoluzionerà la vita su questo pianeta: porrà fine alla fame, alla povertà, all’inquinamento, al cambiamento climatico e porterà a un progresso senza precedenti nei settori della medicina, dei trasporti, dell’intrattenimento e delle scienze che daranno nuovo impulso all’economia globale.

E questa la ragione per cui abbiamo deciso di rivelare al pubblico la storia proibita degli UFO e degli extraterrestri: si tratta precisamente dell’energia del punto zero e delle tecnologie antigravità ottenute grazie agli studi di ingegneria inversa condotti per la prima volta sui rottami dei velivoli extraterrestri abbattuti a Roswell tra i mesi di giugno e luglio del 1947.

Probabilmente starete pensando che sono tutte sciocchezze. Dopotutto, perché mai qualcuno dovrebbe precluderci l’accesso a fonti di energia non inquinante e che potrebbero apportare grandi benefici per l’intero pianeta? La risposta è semplice: il Potere, di cui il denaro è soltanto un simbolo.

Nel 1901, quando Tesla riuscì a trovare il modo di attingere all’energia del punto zero - una scoperta che avrebbe segnato l’epilogo per le centrali elettriche - J.P. Morgan aveva appena investito ingenti somme nella realizzazione delle cablature di rame per la trasmissione dell’elettricità. È ovvio che l’idea di un sistema di energia gratuita non gli piacque affatto: l’industriale americano inviò i suoi emissari a Washington D.C. a fermare il lavoro di Tesla e a confiscare tutte le sue ricerche. Da quel momento in avanti, nessun brevetto è stato conferito a invenzioni o sistemi di energia che avrebbero potuto compromettere l’egemonia dello status quo vigente (responsabile altresì del fallimento dell’auto elettrica).

Un secolo dopo la nostra economia è in piena stagnazione, i nostri veicoli sono alimentati ancora a combustibili fossili, i ghiacci dei poli si stanno sciogliendo, il cancro si diffonde selvaggiamente a causa dell’insensata esposizione ad una quantità sempre crescente di sostanze tossiche che ammorbano l’ambiente e l’80% della popolazione mondiale vive in povertà estrema.

Tutto questo non sarebbe mai dovuto accadere

Ma noi, il Popolo, abbiamo l’opportunità di costruire un mondo infinitamente migliore per tutti semplicemente esigendo il rilascio dei sistemi di energia del punto zero, non inquinanti e gratuiti.

Proprio come accadde alle macchine da scrivere con i programmi di videoscrittura e alla telefonia cablata con i cellulari, le tecnologie attuali diverranno obsolete e saranno gradualmente sostitute da questa nuova ondata d’innovazione di cui beneficerà l’intero genere umano.

Ma se ci aspettiamo che siano le autorità politiche a trainare il cambiamento, aspetteremo in eterno.

Se permettiamo a Wall Street di interferire, questa energia sarà soggiogata.

Il Muro di Berlino fu abbattuto con un’unica arma: la volontà collettiva. Soltanto attraverso questa saremo in grado di progredire realmente.

Il futuro è ora, se noi lo vogliamo. Come disse Ben Rich, ex direttore generale della Lockheed Skunk Works, «ora abbiamo i mezzi per riportare ET a casa».

Sistemi che sfruttano l’energia del punto zero e la propulsione antigravità sono già a nostra disposizione. Questo libro vi rivelerà esattamente dove si trovano e come possiamo impossessarcene.

Gli extraterrestri desiderano il nostro successo: come sarà dimostrato più avanti, loro sono nostri alleati, non avversari. Tuttavia ci è stato chiaramente indicato che il biglietto d’ingresso nello scenario interplanetario sarà garantito alla civiltà umana soltanto quando si dimostrerà in grado di adottare una condotta civile, di vivere in pace con i propri simili, di rinunciare alle armi di distruzione di massa e di esplorare lo spazio armata unicamente di uno spirito di pace universale.

Ma è proprio su questo piano che risiede il conflitto, poiché queste avanzate tecnologie rimangono celate nelle mani di un complesso militare-industriale che ambisce esclusivamente a mantenere l’umanità in un costante stato di guerra.

La guerra è profitto.

La guerra è il potere che permette all’ 1% di dominare il restante 99%.

La guerra tutela lo status quo vigente e impedisce la nostra evoluzione in quanto specie.

Se tutto questo assomiglia già a un incubo orwelliano, provate ad immaginare un futuro non troppo remoto in cui l’atto finale che l’1% (l’oligarchia criminale) intende porre in atto consista in un colossale false flag tale che, al cospetto, l'11 settembre cadrebbe immediatamente nel dimenticatoio.

Questo libro ne rivelerà ogni inquietante dettaglio.

Se è vero che occorre un intero villaggio per educare un bambino, allora è necessario un movimento globale per cambiare il mondo. Il primo imprescindibile passo sarà decidere di volgere il proprio sguardo oltre il sipario per affrontare la vera realtà dei fatti.

Dott. Steven M. Greer, febbraio 2017

Data di Pubblicazione: 30 luglio 2019

Lascia un commento su questo articolo

Caricamento in Corso...