Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Una Gerarchia Occulta

Bloodlines - Anteprima del libro di Piero Ragone

Una Gerarchia Occulta

Negli ultimi decenni, numerosi indizi hanno confermato la preoccupante attualità del disegno di conquista planetaria dei Vigilanti Ribelli, decisi a trasformare il pianeta in una propaggine dell’Oscurità servendosi di pedine umane, individui senza scrupoli che, in cambio di ricchezza e potere, consegnano la Terra agli Intrusi dell’Occhio del Toro. L’attività di coraggiosi ricercatori ha accertato l’esistenza di un’Oligarchia di potentati che, operando dietro le quinte della politica, dell’economia e dell’istituzione religiosa, condiziona le vicissitudini mondiali e controlla ogni aspetto della vita terrestre, dalle grandi manovre diplomatiche internazionali all’istruzione, all’informazione, all’arte, alla cultura. Questa Oligarchia Invisibile, conosciuta anche come Nobiltà Nera, Gerarchia Occulta o Illuminati, ha pianificato il controllo del mondo e l’instaurazione di un Governo Unico Mondiale (noto con l’acronimo NWO, in inglese New World Order, “Nuovo Ordine Mondiale”), tessendo nei millenni una trama che unisce centri di potere, società segrete, organizzazioni criminali e falsi culti religiosi.

La scarsità di informazioni attendibili avrebbe potuto minare la credibilità delle teorie che denunciano i piani della Gerarchia Occulta se la loro esistenza non fosse stata confermata da esponenti di rilievo della politica internazionale: nel 1987, il senatore statunitense Daniel Inouye rivelò che “esiste un Governo Ombra con la sua aeronautica, la sua marina, il suo meccanismo di raccolta di fondi e il potere di perseguire i propri obiettivi, libero da qualsiasi controllo e al di sopra della legge”.

Nel 1989, l’ex funzionario dell’FBI di Los Angeles, Ted Gunderson dichiarò alla trasmissione televisiva Arcana, condotta dal giornalista Giorgio Medail, che gli Illuminati “sono presenti in tutto il mondo ma, soprattutto, negli Stati Uniti, dove esiste una fitta rete satanica diffusa nel Paese”, dimostrando che il Satanismo è uno degli strumenti di propaganda della Nobiltà Nera.

Nella stessa trasmissione, un ex sacerdote di Satana, noto con lo pseudonimo Doc Marquis, spiegò che “gli Illuminati sono la più potente organizzazione sotterranea mai esistita” e che “il capo di questo movimento mondiale risiede attualmente in Scozia”. Confermando le parole di Gunderson, Marquis concluse: “I gruppi satanici mondiali dipendono dagli Illuminati”.

Charles Manson al soldo degli Illuminati

In altre occasioni, Doc Marquis ha rivelato che Charles Manson è stato uno dei più noti criminali al soldo degli Illuminati. Sebbene l’informazione non sia supportata da prove inoppugnabili, una frase tratta dall’intervista rilasciata nel 1987 da Manson alla giornalista della NBC Heidi Schulman, lascia intendere che il delirante serial killer fosse a conoscenza di un progetto di conquista della Terra ordito da entità che manipolano e possiedono gli esseri umani:

“Believe me, if I started murdering people, there'd be none of you left, because my children are coming... I told you twenty years ago”.

“Credetemi, se avessi cominciato ad uccidere, nessuno sarebbe rimasto vivo, perché i miei figli stanno arrivando... Lo avevo già detto venti anni fa”.

Singolare è la riproposizione del numero tredici: gli esecutori materiali degli omicidi del 9 agosto 1969 erano stati armati da Manson con coltelli, revolver e una corda di nylon lunga tredici metri (43 piedi e 8 pollici, secondo l’unità di misura adottata negli Stati Uniti), che i killer usarono per legare assieme tre delle vittime, Sharon Tate, Jay Sebring e Abigail Folger, in un cerimoniale dall’oscuro significato.

Manson, che ostenta il tatuaggio di una svastica nazista sulla fronte, ha più volte dichiarato di essere l’incarnazione del Diavolo (da cui l’affermazione che i suoi figli sarebbero prossimi al ritorno) e vantava, tra i sostenitori, lo spregiudicato club degli Straight Satans, un gruppo di motociclisti che soleva definirsi la Charlie Mansons Army, “l’Esercito di Charlie Manson”.

Process Church of the Final Judgement

Il delirante guru aveva assimilato gli insegnamenti della Process Church of the Final Judgement, una setta satanica che considerava Jahweh, il Cristo, Satana e Lucifero quattro differenti manifestazioni del Dio Unico. Secondo i coniugi Robert e Mary Anne De Grimston, ex membri di Scientology e fondatori della Process Church, l’essere umano può conseguire l’Illuminazione solo adorando in egual misura i quattro aspetti della deità.

La bislacca teoria giustificava il vero scopo della Process Church, l’adorazione di Satana e di Lucifero (correttamente distinti dai De Grimston): mentre Mary Anne sosteneva di essere la reincarnazione di Joseph Goebbels, Ministro della Propaganda del Partito Nazista, Robert era convinto di essere un tramite tra le quattro manifestazioni di Dio e l’Umanità, così come Charles Manson riteneva di essere indifferentemente l’incarnazione di Gesù Cristo o di Satana.

Il ricorso propagandistico alla figura di Goebbels è un retaggio dell’anima nera di Scientology, una delle sette più pericolose al mondo, la cui dottrina si nutre delle teorie del filosofo tedesco Cari Schmitt, che aveva aderito al Nazismo il primo maggio 1933, lo stesso giorno in cui, 12 anni dopo, Goebbels si sarebbe tolto la vita (primo maggio 1945).

Nel 1995, in occasione di una conferenza a Dallas, in Texas, Ted Gunderson espresse nuovamente preoccupazione per la crescita esponenziale del numero delle sette sataniche negli Stati Uniti, e ricondusse il fenomeno all’azione sempre più incisiva del Nuovo Ordine Mondiale, che moltiplica le camarille per controllare e terrorizzare la popolazione e imporre la sua strategia ai governanti.

Dichiarazioni alle trasmissioni italiane

Il 14 febbraio 2008, ospite alla trasmissione televisiva Porta a Porta, l’ex Ministro italiano dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti dichiarò: “Negli anni Novanta in Italia governava una setta di pazzi autentici, illuminati e fanatici”; il  6 marzo 2008, negli studi di Anno Zero, denunciando gli aspetti catastrofici della “follia chiamata globalizzazione', Tremonti rivelava che i fautori di questa utopia sono un “gruppo di Illuminati, banchieri diventati statisti, politici diventati pensatori economici e Falsi Profeti che hanno predicato i benefici della globalizzazione, il mito del XXI secolo, convinti che il mondo possa essere forzato a cambiare”.

In una puntata successiva del programma, il 13 maggio (data che ricorre con frequenza nella nostra ricerca) del 2010, l’ex segretario nazionale del Partito Democratico Walter Veltroni denunciò l’esistenza di un'Entità che detta l’agenda politica dei governi nazionali, i quali devono limitarsi ad attuare il programma oligarchico; quando un incognita (un parlamentare, un magistrato, un giornalista, un uomo di lettere) mette in discussione il potere dell’Ombra, la Gerarchia ricorre ad una strategia di “attentati, depistaggi e delegittimazione”; “l'Entità esiste — conferma Veltroni - e sono in gioco interessi molto forti”.

Questo testo è estratto dal libro "Bloodlines".

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani in contatto con noi!
Gli articoli più letti
Gli ultimi articoli pubblicati
Articolo consigliato:

Bloodlines

La storia delle due linee di sangue che preparano l'avvento del Messia e dell'Anticristo

-15%
Bloodlines

Piero Ragone

L'episodio biblico della seduzione di Eva racconta un’altra verità: una civiltà aliena nota come Nachash o Rettiliani ha creato una... continua

 

Torna su